Dhl Express Italy investe sul gateway all’aeroporto di Napoli Capodichino

Share

 Dhl Express Italy investe oltre 11 milioni di euro sul gateway all’aeroporto di Napoli- Capodichino, la porta di accesso ai mercati internazionali delle imprese di Napoli, Campania e Puglia, i territori serviti dalla struttura. E con il progetto di responsabilità sociale ‘Linea Gialla’, promuove una raccolta fondi a sostegno di Asd Molinari Ponticelli e del volley campano in collaborazione con la Fipav. Le risorse serviranno a tecnologia avanzata e nuovi impianti che consentono di accrescere il numero di colli lavorati da 1.500 a 4.000 ogni ora, rendendo ancor più rapidi ed efficienti i servizi di trasporto espresso per le imprese campane e pugliesi.  “Napoli è uno degli snodi fondamentali della nostra strategia di crescita in Italia – spiega Nazzarena Franco, Ceo di Dhl Express Italy – con l’investimento annunciato salgono a più di 20 i milioni capitalizzati su Napoli negli ultimi anni, a riprova della centralità che rivestine il capoluogo campano e il suo aeroporto. Vogliamo contribuire alla crescita delle imprese del territorio e alla loro internazionalizzazione”. “L’investimento su Napoli è coerente con l’obiettivo strategico di crescere a livello europeo, rafforzando la nostra leadership globale”, le fa eco Alberto Nobis, Ceo Europe Dhl Express. Al gateway partenopeo lavorano circa 50 addetti tra diretti e indiretti a tempo pieno, che possono salire del 10% per la gestione dei picchi stagionali. L’incremento della produzione fino a 4.000 colli lavorati ogni ora è stato reso possibile dall’adozione di un nuovo sorter ad alta automazione, un nastro intelligente che smista i colli in entrata e in uscita. L’attenzione alla sicurezza degli operatori è ravvisabile in tutte le aree del magazzino, con installazione di un impianto semaforico su tutte le baie di carico dei mezzi per regolare tutte le fasi di carico e scarico. Il sito è stato dotato di una colonnina di ricarica elettrica a disposizione dei dipendenti, mentre l’illuminazione led e i sensori di passaggio installati su tutti gli apparati di illuminazione degli spazi comuni riducono significativamente il consumo energetico.