Bienno

Share

Oggi mi trovo in Lombardia, a Bienno, in provincia di Brescia. È uno dei luoghi più suggestivi della Media Val Canonica, si trova a 445 metri d’altitudine e conta meno di quattromila abitanti. Non è chiara l’origine del nome, esistono solo ipotesi. Forse deriva del latino Biennus, il linguista Dante Olivieri sostiene derivi dal prelatino Bova (ovvero “smottamento”), secondo altri deriva da Buennum, (“torrente delle miniere)… Che pasticcio! Purtroppo la verità, forse, non la sapremo mai. Bienno subì la dominazione dei romani, le invasione barbariche e l’arrivo dei longobardi. Per la storia del borgo fu molto importante l’arrivo dei benedettini nel decimo secolo. Nel 1348 il borgo, come tutta la Val Canonica, fu colpito dalla peste. Il 1400 fu l’anno fortunato di Bienno, che rifiorì artisticamente e culturalmente. Molte tracce di quell’antico splendore le potete ancora vedere passeggiando tra le belle viuzze del borgo. Bienno, nota per aver dato i natali a Santa Geltrude Comensoli, è un posto che consiglio agli amanti della natura, a coloro che non ne vogliono sapere di spiagge affollate e luoghi alla moda. A chi sceglie Bienno per il proprio soggiorno, consiglio una visita alla chiesa dei Santi Faustino e Giovita. Qui troverete la magnifica pala dell’altare, opera del veneziano Giovan Battista Pittoni chee raffigura il martirio di Faustino e Giovita. Consiglio anche una visita al suggestivo canale d’acqua artificiale del Vaso Re che risale addirittura all’anno mille. Un’occhiata la merita la Chiesa di Santa Maria Annunciata, che presenta gli affreschi più belli del celebre pittore Romanino. Bienno è nota anche in zona per la mostra mercato, che si tiene di solito in agosto.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Spongada.jpg

Nella sosta gastronomica, vi suggerisco di provare la Sponganda: una focaccia dolce molto saporita. Per raggiungere il borgo, prendete l’aereo per Milano e continuate con i mezzi o con un’auto a noleggio. Se scegliete di proseguire in auto, prendete l’autostrada A4, uscita per Bergamo, poi continuate in direzione Strada statale 42: seguite le indicazioni e giungerete a destinazione.