Banche: Fitch, rischi ricapitalizzazioni dopo esito voto

Share

Outlook negativo su istituti italiani

++ GDF IN SEDE MILANO DELLA FITCH ++L’esito del referendum “può danneggiare i piani di ricapitalizzazione di alcune banche italiane, in particolare Monte dei Paschi di Siena e Unicredit con implicazioni negative per il settore bancario in generale”. Lo afferma Fitch in un rapporto in cui menziona “l’outlook negativo delle banche italiane” sottolineando che “la capacità del settore di accedere ai mercati istituzionali di finanziamento e di capitali, che quest’anno è diventata più difficile e costoso, potrebbe deteriorarsi ulteriormente”.
“Il ‘no’ al referendum costituzionale ha ulteriormente accresciuto l’incertezza politica – spiega Fitch – ed eventualmente ridotto la capacità di attuare le riforme economiche. I rischi di instabilità politica sono stati uno dei fattori che ha contribuito alla nostra revisione dell’outlook sul rating sovrano dell’Italia ‘BBB+’ a negativo a ottobre scorso”. “L’outlook negativo per il settore bancario italiano riflette la maggiore vulnerabilità agli shock a seguito del deterioramento di asset di qualità in portafoglio”, osserva ancora l’agenzia di rating sottolineando che la “redditività del settore è fragile” e che “le cessioni di non performing loans potrebbero portare a perdite che richiedono ulteriori capitali. Questi sono alcuni dei fattori che conducono l’outlook da stabile a negativo. I problemi di alcune piccole banche in difficoltà nel raccogliere capitali hanno aumentato tali pressioni”. In Italia “gli asset di qualità hanno raggiunto livelli molto peggiori della media in altri Paesi dell’Eurozona e – avverte Fitch – i costi di approvvigionamento rischiano di restare alti”. “Crediamo anche che le autorità di regolamentazione potrebbero richiedere alle banche italiane riserve di capitale più elevate per compensare il rischio dei loro ampi portafogli di non performing loan e di gran parte del debito sovrano italiano detenuto. E questo – conclude l’agenzia – potrebbe portare a ulteriori requisiti patrimoniali in alcune banche”.

ANSA

Share
Share