GPI vince la gara per la realizzazione della Cartella Clinica Elettronica di tutta la Lombardia

Share

GPI S.p.A., società quotata sul mercato EXM, leader nei Sistemi Informativi e Servizi per la Sanità e il Sociale, informa che il Raggruppamento Temporaneo di Impresa (RTI) che guida si è aggiudicato la gara per la realizzazione della Cartella Clinica Elettronica Regionale (CCE) della Regione Lombardia. L’appalto del valore di € 32,7 milioni prevede la fornitura della soluzione applicativa di CCE basata su un’unica piattaforma tecnologica estesa a tutti i 19 Enti Sanitari della Regione Lombardia. La durata complessiva della fornitura è di 4 anni: nel primo anno si concretizzeranno le attività di analisi, sviluppo, test e collaudo, comprensivi di formazione e avviamento per il primo gruppo di quattordici Enti Sanitari; entro il secondo anno previsto l’avviamento dei rimanenti cinque Enti. Seguirà la gestione a regime della soluzione ad avviamento avvenuto. La quota di Gpi, pari al 38%, vale circa 12,4 milioni di euro.
La gara aggiudicata da Regione Lombardia rientra nel novero delle gare a procedura ristretta previste dall’Accordo quadro Consip relativo alla “Sanità digitale – sistemi informativi clinico-assistenziali”(massimale € 900 mln – si vedano i comunicati GPI del 25/11/2021e del 26/04/2022) e utilizzerà le risorse previste dalla Missione 6 Salute del PNRR. La diffusione della CCE in tutte le strutture ospedaliere regionali tramite un’unica piattaforma tecnologica estesa e integrata, costituisce un elemento strategico per il raggiungimento degli obiettivi di rafforzamento della digitalizzazione contenuti nel PNRR. La digitalizzazione ha infatti lo scopo di incrementare il patrimonio informativo sanitario regionale, così da supportare la standardizzazione dei processi ospedalieri a livello interaziendale e favorire l’adozione delle best practice. Inoltre la digitalizzazione incrementa il livello di sicurezza dei processi ospedalieri e riduce quindi i rischi per i pazienti. Si aggiunga ancora che si favorisce l’innalzamento della qualità dei servizi e si ottimizzano i principali processi clinici ospedalieri; si abilita una maggiore integrazione dei percorsi di cura e assistenza tra l’ambito ospedaliero e quello territoriale tramite lo scambio strutturato di dati tra le diverse organizzazioni; si assicura la completa tracciabilità delle operazioni compiute, pertanto si innalzano la trasparenza e la tutela della sicurezza e della salute dei pazienti. “L’aggiudicazione di questa gara costituisce un elemento di grande soddisfazione per il valore riconosciuto alla proposta presentata, che prevede soluzioni ad alto contenuto tecnologico e capacità di implementare progetti di elevate dimensioni e complessità – commenta Fausto Manzana, Amministratore Delegato del Gruppo Gpi -. Si tratta di una delle gare più importanti nel panorama delle soluzioni per la trasformazione digitale della Sanità Lombarda, un asset strategico per attuare le progettualità previste dalla Missione 6 Salute del PNRR. Per il Gruppo Gpi questo step è un tassello importante nel suo percorso di crescita, in linea con le previsioni del Piano Strategico Industriale”.