Terna, concluso il monitoraggio di oltre 3400 km di rete elettrica aerea in Veneto

Share

Terna (nella foto, l’a. d. Stefano Donnarumma) ha concluso in questi giorni le attività di monitoraggio della rete elettrica nella Liguria. In soli 6 giorni, con l’utilizzo degli elicotteri della flotta aziendale, sono stati ispezionati oltre 1.300 km di linee aeree nelle province di Genova, Imperia, La Spezia, Savona per un totale di 85 elettrodotti a 60, 150, 220 e 380 kV.

Il costante monitoraggio e la manutenzione dei propri asset è una priorità per il gestore della rete elettrica nazionale che, per queste attività, investe complessivamente ogni anno circa 50 milioni di euro.

L’ispezione aerea consente verificare l’eventuale presenza di anomalie su conduttori e sostegni, al fine di garantire la piena efficienza del servizio, permettendo di analizzare circa 240 km di linee in una sola giornata contro i 15 km delle ispezioni a terra, che restano comunque uno strumento fondamentale per l’individuazione di eventuali anomalie che dall’alto non sono riscontrabili. Entro la fine del 2022 Terna avrà sorvolato e ispezionato, con tecnologia infrarosso, oltre 44.000 Km di elettrodotti in alta tensione, effettuando un’analisi completa della rete regionale.

Per poter eseguire queste attività di monitoraggio, l’Azienda si è dotata di sette elicotteri equipaggiati con una tecnologia all’avanguardia che consente la visualizzazione in tempo reale dei dati. Inoltre, al termine delle attività di monitoraggio in volo seguono successive verifiche dei dati raccolti tramite l’elaborazione da parte di un sistema informativo di tipo DSS (Decision Support System) che supporta in modo proattivo la catena decisionale del processo di mantenimento degli impianti, proponendo azioni di monitoraggio, manutenzione e sostituzione asset con tempistiche di intervento che seguono una policy predefinita.

Per la gestione di questa strumentazione, altamente tecnologica, decine di professionisti provenienti dalle Unità Impianti di Terna dislocate su tutto il territorio nazionale, sono stati sottoposti ad un periodo di addestramento nel polo formativo della Società – allestito per l’occasione con tutte le strumentazioni di bordo dell’elicottero per le varie simulazioni – al termine del quale hanno ottenuto la qualifica di “specialista di ispezione eliportata IR”.