Satellogic acquisisce il 4,7 % di Officina Stellare

Share

Officina Stellare S.p.A., nella foto l’a. d. Giovanni Dal Lago, – società vicentina quotata all’Euronext Growth Milan di Borsa Italiana, leader nella progettazione e produzione di strumentazione optomeccanica di eccellenza nei settori dell’Aerospazio, della Ricerca e della Difesa (la “Società”), facendo seguito a quanto comunicato in data 6 maggio 2022, rende noto che in data odierna si è perfezionato l’acquisto da parte di Satellogic Solutions S.L. – società del Gruppo Satellogic, quotata al NASDAQ e leader mondiale dell’osservazione della Terra dallo spazio – di n. 283.725 azioni, da parte di Astro Alliance S.r.l., MIRAK Enterprise S.r.l. e Gino Bucciol a fronte di un corrispettivo complessivo pari ad Euro 3.767.868, corrispondente a Euro 13,28 per azione. Le azioni acquistate sono soggette ad un periodo di lock up di 12 mesi. L’operazione fa parte dell’accordo di investimento comunicato il 6 maggio scorso, che comprende anche l’emissione n. 524.715 warrant denominati “Warrant di Satellogic 2022-2025” in favore di Satellogic Solutions S.L. avvenuta in data odierna. I Warrant Satellogic 2022-20225 danno il diritto di sottoscrivere massime n. 524.715 ad un prezzo di Euro 14,00, 14,70 e 15,40 a seconda del periodo di esercizio e nel rispetto di quanto previsto nel regolamento dei Warrant e pertanto con un potenziale aumento di capitale di massimi Euro 8.080.611,00. L’ingresso di Satellogic nell’azionariato di Officina Stellare si inserisce in una collaborazione più ampia commerciale e strategica e trova la sua espressione, oltre l’attuale fornitura ad elevato throughput rate di telescopi spaziali ad alta e altissima risoluzione per Earth-Observation, nel condividere l’obiettivo di supportare con la proprie tecnologie e capacità produttive la realizzazione di una costellazione permanente di centinaia di satelliti che forniranno immagini per applicazioni commerciali e istituzionali e, nell’ambito più generale di interesse per la società, lo sviluppo di ulteriori nuove tecnologie nel mercato della Space Economy, come i nuovi sistemi di comunicazioni ottiche e quantistiche, destinate a diventare nei prossimi anni le infrastrutture portanti per trasferimento di dati a larghissima banda, altissima velocità ed elevatissima sicurezza, grazie all’utilizzo di fasci laser e la distribuzione di chiavi quantistiche.