Banco Bpm sostiene Laminam con un finanziamento di 20 mln

Share

 Banco Bpm (nella foto, l’a. d. Giuseppe Castagna) ha perfezionato un’operazione di finanziamento “Obiettivo Sostenibilità” pari a 20 milioni di euro e della durata di 54 mesi, a favore di Laminam Spa, leader globale nella produzione e commercializzazione di lastre ceramiche di grande formato per i settori dell’architettura e dell’interior design di alta gamma, con sede a Fiorano Modenese. L’operazione si inserisce in un importante piano aziendale di investimenti 2022/2023.
Obiettivo Sostenibilità, spiega una nota, è il finanziamento, di tipo ‘Sustainable Linked Loan’, che prevede la condivisione con l’azienda di obiettivi di miglioramento in ambito Sostenibilità grazie a specifici indicatori di performance (Kpi Esg). Tale ambito è sempre più elemento chiave della strategia di sviluppo oltre che valore fondante della cultura aziendale di Laminam che ha attivato una serie di azioni e progetti finalizzati al raggiungimento di specifici obiettivi di sviluppo sostenibile.
Dal 2019 Laminam rendiconta le performance del Piano Strategico di Sostenibilità nel proprio Bilancio di Sostenibilità annuale.
“Laminam è un’impresa dinamica, in costante crescita che attua i propri piani di sviluppo con una logica attenta alla tecnologia, all’innovazione e all’ambiente e che ha saputo affermarsi come leader a livello mondiale mantenendo un saldo legame con il territorio – commenta Marco Notari, responsabile Mercato Corporate Centro-Nord di Banco Bpm – Essere al loro fianco conferma il nostro crescente impegno, anche attraverso la proposta di strumenti dedicati, nei confronti delle aziende che investono con particolare attenzione alle tematiche ambientali e, più in generale, all’ambito Esg”.
Il finanziamento è riconducibile al plafond di 5 miliardi “Investimenti Sostenibili 2020-2023” che Banco Bpm ha pensato proprio per rispondere alle esigenze del mondo imprenditoriale, sempre più attento ai temi Esg come quello della decarbonizzazione che rappresenta una delle azioni più importanti per contrastare il cambiamento climatico.
“La sostenibilità è da sempre nel DNA di Laminam, basta ricordare che la prima lastra prodotta all’inizio degli anni 2000 è stata realizzata con una tecnologia allora unica nel suo genere: un forno ad alimentazione ibrida elettrico-gas. Oggi, a distanza di 20 anni, la sostenibilità è ancora centrale nella nostra strategia ed elemento cardine della ricetta di creazione del valore verso tutti gli stakeholder – commenta Alberto Selmi, Ceo Laminam – Per poter raggiungere questi risultati abbiamo bisogno al nostro fianco di partner come Banco BPM che supportino in modo strutturato i nostri investimenti con strumenti finanziari adeguati ai nostri obiettivi”.