Rimborso per bagaglio danneggiato: le tutele offerte dalla legge

Share

Dopo un lungo volo, potrebbe capitare di arrivare alla meta di destinazione e scoprire il proprio bagaglio danneggiato.

Purtroppo non si tratta di un caso isolato, dal momento che le compagnie aeree sono chiamate a svolgere numerose tratte giornaliere e i disservizi sono molto frequenti. È importante essere informati in materia, perché le compagnie aeree tendono a fare orecchie da marcante e ad ignorare i viaggiatori, di fronte alle richieste di rimborso.

Ad entrare in gioco è la legge, che con la Convenzione di Montréal tutela i passeggeri difronte ad ogni disservizio aereo subito. In particolare, l’associazione Sos Viaggiatore, partner di Sos Consumatori, è tra le prime in Italia in materia di tutela dei consumatori, gestendo gratuitamente le pratiche di rimborso, in modo da far valere i diritti dei passeggeri.

Ai sensi della legge, i viaggiatori hanno diritto ad un rimborso per il bagaglio danneggiato che può arrivare fino a 1.000 euro circa. Interessante al riguardo è il caso del Giudice di Pace di Roma, che in materia di bagaglio danneggiato da Lufthansa, ha riconosciuto un rimborso di €500,00, alviaggiatore, grazie al lavoro professionale e tempestivo dell’associazione Sos Viaggiatore. Dunque, non bisogna mai esitare nell’agire contro la compagnia aerea, perché affidandosi ad un team di esperti, ci si assicura un risarcimento integrale delle proprie pretese.

In più, un ristoro è previsto anche nel caso di voli cancellati o in ritardo e per tutte le spese ulteriori causate dai disservizi subiti. Sos Viaggiatore, valutando in modo professionale e tempestivo ogni caso concreto, invita i passeggeri a scattare delle foto chiare alle proprie valigie sia prima dell’imbarco, che all’arrivo dello stesso in aeroporto. Fondamentale è anche conservare le ricevute fiscali delle spese sostenute ed avere sempre con sé: la copia del biglietto aereo, della carta d’imbarco e dell’etichetta di registrazione del bagaglio. In questo modo, ci si garantisce un ristoro e al contempo una prova infallibile in caso di bagaglio danneggiato!

Inoltre, uno step necessario è recarsi all’ufficio Lost & Found dell’aeroporto di destinazione, per denunciare il proprio bagaglio danneggiato. Senza questa denuncia, ogni tutela potrebbe ritenersi persa e al contempo, si vedrebbe sgretolata ogni speranza risarcitoria.

Successivamente, ai fini dell’indennizzo, contattare Sos Viaggiatore tramite il sito web Ufficiale attraverso un modulo di contatto. Un team di esperti è pronto ad assistere gratuitamente i clienti a 360°, affinché i disservizi dei vettori aerei trovino sempre un’adeguata sanzione.