Riapre a Roma Palazzo Bonaparte con Valore Cultura, il progetto di Generali Italia per sostenere l’arte e la cultura e renderle più accessibili

Share

Generali Italia e Arthemisia riaprono Palazzo Bonaparte, lo storico palazzo a Roma, conosciuto per il suo balconcino verde dove Maria Letizia Ramolino, madre di Napoleone Bonaparte, osservava il via vai dalle feritoie della verandina tra Piazza Venezia e via del Corso.

Palazzo Bonaparte è un progetto condiviso, che crea un meccanismo virtuoso per la crescita economica e sociale, e si ispira all’idea di “restituzione”: dopo essere stato per tanti anni testimone della storia di Roma, infatti, il Palazzo è diventato parte della storia della comunità. Ora riapre le sue porte per ricominciare a creare valore, mettendosi al centro del cambiamento.

Il contesto Covid-19, ha costretto molte istituzioni pubbliche e private a chiudere o ridimensionare i loro progetti culturali e creativi, fondamentali per la loro capacità di generare valore sia economico sia culturale e di promuovere l’innovazione. Con la sua riapertura Palazzo Bonaparte, restaurato nel 2019 da Generali e che grazie a Valore Cultura è stato riaperto alla comunità come luogo di arte e cultura, torna a offrire alla comunità occasioni artistiche e culturali.

Dal 5 marzo il Palazzo ospiterà la mostra dedicata a Bill Viola, il più grande artista della videoarte dagli anni Settanta a oggi. La mostra Icons of Light, curata da Kira Perov e prodotta e organizzata da Arthemisia con la collaborazione del Bill Viola Studio, è stata concepita come un percorso immersivo nel quale il pubblico potrà accedere a spazi dall’atmosfera ovattata, un visionario spazio di culto dove il visitatore è invitato a stabilire una profonda connessione visiva e spirituale con l’opera d’arte.

Alla conferenza stampa di presentazione, Lucia Sciacca, nella foto, Direttore Comunicazione e Social Responsibility di Generali Italia, Iole Siena, Presidente di Arthemisia e Valentino Catricalà, autore del saggio critico presente nel catalogo della mostra.

Lucia Sciacca, Direttore Comunicazione e Social Responsibility di Generali Italia ha dichiarato: “A tre anni dall’inaugurazione del primo spazio Generali Valore Cultura, riapre Palazzo Bonaparte, un luogo ricco di storia che ci ha visti impegnati nel suo restauro, per metterlo a disposizione della comunità e per fargli ospitare le migliori occasioni artistiche. Con Bill Viola rendiamo concreta la nostra idea di accessibilità e di coinvolgimento di tutti i tipi di pubblico, specialmente quello più giovane, con laboratori didattici progettati per i più piccoli, percorsi dedicati alle famiglie e conferenze ideate per i ragazzi. Proteggiamo le emozioni è l’idea che sostiene l’agire del progetto Valore Cultura: un impegno nei confronti del futuro, delle nuove generazioni e delle loro passioni. Iole Siena, Presidente di Arthemisia: “Riaprire Palazzo Bonaparte dopo quasi due anni dall’inizio della pandemia non è solo la ripresa di un’attività culturale, ma è una rinascita. Non siamo ancora tornati alla normalità pre-Covid e, mentre presentiamo la nuova mostra, incombe in Europa il pericolo di una guerra. Non è importante tornare “come prima” ma rinascere e ricrearsi di nuovo, forti di tutte le esperienze. È con questo spirito che riapriamo le porte di Palazzo Bonaparte a Roma, con l’idea di un grande abbraccio nella bellezza dell’arte, rappresentata oggi dalle straordinarie opere di Bill Viola.”