Intesa Sanpaolo e Fincantieri sottoscrivono un finanziamento “sustainability linked” da 300 milioni di euro per la costruzione di una nave da crociera

Share

 Intesa Sanpaolo (Divisione IMI Corporate & Investment Banking, nella foto l’a. d. del gruppo Carlo Messina), Cassa Depositi e Prestiti (CDP) e Fincantieri hanno perfezionato un construction loan “sustainability linked” per un importo massimo di 300 milioni di euro. Si tratta della prima operazione di questo tipo per il gruppo navale e i proventi saranno destinati a coprire le esigenze finanziarie legate alla costruzione di una nave da crociera in consegna nel 2023.

Il finanziamento è definito “sustainability linked” poiché è legato al conseguimento di tre specifici indicatori di prestazione (Key Performance Indicator, “KPI”) presenti nel Piano di Sostenibilità 2018 – 2022 di Fincantieri, nella foto a destra, l’a. d. Giuseppe Bonola gestione efficiente dei consumi energeticila sostenibilità della catena di fornitura e la formazione dei dipendenti. Sulla base del raggiungimento o meno di questi obiettivi, l’accordo prevede un meccanismo al rialzo o al ribasso del costo del finanziamento per Fincantieri, calcolato secondo una griglia simmetrica alla scadenza dell’operazione.

Alla luce dell’avanzamento dei lavori di costruzione della nave ad oggi, Fincantieri prevede di utilizzare parzialmente il finanziamento “sustainability linked” entro la fine del 2021.