Amazon, possibile trattativa con i sindacati

Share

Salta la protesta dei corrieri per il Black Friday

La protesta dei corrieri di Amazon per il Black Friday, prevista per il 26 novembre, è saltata. Il ripensamento si deve alla firma dell’ipotesi di accordo tra le imprese associate ad Assoespressi, ovvero coloro che effettuano le consegne per conto di Amazon Italia Transport e Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti che contiene una serie di elementi migliorativi delle condizioni di lavoro e della parte economica della contrattazione di secondo livello. Il prossimo obiettivo è ora quello del giudizio delle assemblee dei lavoratori che scioglieranno la riserva entro metà dicembre, ma nel frattempo i corrieri hanno deciso di sospendere lo sciopero.

Per Filt, Fit e Uiltrasporti a qualificare la trattativa c’è il percorso per la verifica di carichi e ritmi di lavoro. Su questo è stato concordato che l’orario per i driver non sarà più di 44 ore settimanali, ma di 42. Nel caso di cambio appalto o contratto di trasporto, inoltre, l’accordo prevede che i driver manterranno la continuità di occupazione e quindi diritti, tutele e aspetti economici. La condivisione del rispetto della normativa sulla privacy, secondo i sindacati, farà sì che “non ci potranno essere implicazioni disciplinari per i lavoratori attraverso il ricorso agli strumenti di lavoro ed ai dati”. Infine, per la parte prettamente economica viene incluso un premio di 1.100 euro all’anno e aumentata l’indennità di trasferta.