Le proposte di Confindustria Assoimmobiliare per contribuire alla ripartenza del Paese attraverso il settore immobiliare

Share

Confindustria Assoimmobiliare ha presentato a rappresentanti del Parlamento e delle Istituzioni la settima edizione del libro “Investire nel real estate. Strumenti di investimento e finanziamento nel settore immobiliare italiano”. La pubblicazione, realizzata grazie al contributo dei soci dell’Associazione e da un nutrito gruppo di esperti, professionisti, studi legali e giuristi, ormai da sette anni si prefigge l’obiettivo di fornire un quadro completo e aggiornato dei diversi profili dell’investimento immobiliare in Italia ed è destinata ai soggetti, italiani ed esteri, che intendono operare attivamente nel nostro mercato.  Alla presentazione sono intervenuti tre degli autori del volume, il dottor Andrea Giannantonio, Partner di Chiomenti, l’avvocato Enrico Pauletti, Partner dello Studio Di Tanno Associati e il dottor Francesco Mantegazza, Partner dello Studio FiveLex, che hanno illustrato le principali proposte dell’Associazione finalizzate a promuovere attraverso l’utilizzo della leva fiscale l’ammodernamento e la crescita del settore immobiliare professionale nel nostro Paese. Tali proposte si riferiscono principalmente alla necessità di includere gli Organismi Collettivi del Risparmio (OICR) tra i beneficiari degli incentivi legati alla sostenibilità e al rinnovamento degli immobili soprattutto nell’ambito di interventi di rigenerazione urbana, alla necessità  di modificare l’attuale normativa fiscale relativa agli immobili residenziali per consentire lo sviluppo di un mercato delle locazioni ampio e di qualità nonché, infine, all’opportunità di stimolare l’afflusso di capitali domestici ed esteri verso il settore attraverso un allineamento della legislazione italiana sulle Società di Investimento immobiliare Quotate (SIIQ) a quella dei principali paesi europei. La possibilità di mobilitare ingenti capitali, in particolare, viene vista come condizione essenziale per rinnovare in senso sostenibile il patrimonio immobiliare nazionale, allineandolo ai sempre più stringenti standard europei e per amplificare gli effetti espansivi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.  La Presidente di Confindustria Assoimmobiliare Silvia Rovere ha così commentato: “Il nostro auspicio è che questo volume, oltre che ad agevolare il lavoro degli operatori, possa aiutare le istituzioni e i decision makers ad individuare i principali nodi da sciogliere dell’attuale normativa per consentire al settore di esprimere del tutto le proprie potenzialità e quindi di svilupparsi e crescere a beneficio dell’intera collettività. Da una fase di crisi come quella che abbiamo appena attraversato, inoltre, è possibile uscire solo attraverso una reale collaborazione tra pubblico e privato che veda nella mobilitazione del risparmio dei cittadini italiani ed europei uno dei pilastri essenziali”.