Eleventy affida a Simonetta la licenza per la prima linea kids

Share

Simonetta, azienda italiana leader nell’abbigliamento per bambini, ed Eleventy, brand di moda promotore di un nuovo concetto di smart-luxury, annunciano un accordo di partnership per la realizzazione della prima linea junior Eleventy.
Alla luce dell’accordo quinquennale, Simonetta si occuperà dello sviluppo, della produzione e della distribuzione su scala mondiale della linea Eleventy a partire dalla collezione Autunno Inverno 2022-23. La partnership strategica tra le due realtà italiane affini per tradizione, storia e know how si concretizza nel debutto della prima collezione per bambini firmata Eleventy icona di uno stile ed eleganza che non si “vedono” bensì si “percepiscono” e di un lusso che non si “grida” ma si nota.
La collaborazione vedrà entrambe le parti, coniugare l’estro creativo con l’artigianalità, uniti nel rispetto delle tradizioni e dell’ambiente per una prima collezione di abbigliamento bambini ispirata ai canoni stilistici di Eleventy condividendone i principi di versatilità, stile ed eleganza.

Eleventy è una collezione per bambine e bambini dai 4 ai 16 anni, distribuita in selezionati punti vendita multi-brand e nei department store di tutto il mondo. Niccolò Matteo Monicelli (in foto), Amministratore Delegato di Simonetta Spa, dichiara:
“Siamo entusiasti di essere i partner di Eleventy per il lancio della prima linea bambino, una sfida che ci permette di lavorare ad un prodotto innovativo e smart. Simonetta si conferma così la piattaforma di riferimento internazionale nel settore dell’abbigliamento per bambini con un innesto italiano e contemporaneo”.

Marco Baldassari e Paolo Zuntini fondatori Eleventy, dichiarano:
“L’ingresso nel mondo del bambino rappresenta per noi un ulteriore traguardo che siamo orgogliosi di poter intraprendere   insieme a Simonetta, azienda leader con alte competenze nel settore. 
Con le nostre collezioni cerchiamo da sempre di promuovere non solo uno stile ma una filosofia di vita che oggi con orgoglio rivolgiamo anche ai più piccoli.”.