EcoLan riconosciuta dall’ANAC come società in house

Share

La EcoLan SpA è stata riconosciuta dall’ANAC come società in house ed è definitivamente legittimata a ricevere affidamenti diretti da parte dei comuni soci per le attività svolte, previa istruttoria e verifica delle altre condizioni previste dalle vigenti disposizioni normative in materia di servizi pubblici a rilevanza economica. Determinante in questo procedimento, iniziato addirittura nel 2018,  il ruolo del Comune di Fossacesia che è stato capofila, per tutti e 71 i comuni soci, di questo complesso iter amministrativo previsto al comma 1 dell’art. 192 del Codice dei Contratti Pubblico. “Abbiamo condiviso con il presidente Massimo Ranieri, (nella foto) i dirigenti della EcoLan e i sindaci soci, ogni passaggio per arrivare a questo importantissimo riconoscimento e all’iscrizione della società pubblica nell’elenco delle società in house”, dichiara Enrico Di Giuseppantonio, Sindaco di Fossacesia. “Ciò vuol dire operare nella piena legittimazione dell’Autorità Nazionale Anticorruzione per gli affidamenti che ciascuno dei 71 comuni soci ha o vorrà operare in favore della EcoLan”. Infatti la norma prevede, nel caso in cui il controllo su un organismo in house sia esercitato congiuntamente da più Enti, come nel caso della EcoLan, che sia presentata una sola domanda riferita a tutti i soggetti interessati all’iscrizione, che, nel caso di specie, è quella appunto. “Oggi la EcoLan è una realtà importante nel panorama italiano tra le aziende che curano il sistema integrato di gestione dei rifiuti urbani e ha davanti a sé da portare a termine significativi progetti per migliorare l’ambiente – conclude Di Giuseppantonio – e siamo ampiamente soddisfatti per il risultato ottenuto. Ringrazio l’Anac per il controllo attento, preciso e puntuale operato e per  tutte le azioni di verifica che attua quotidianamente sui procedimenti al fine di garantire la trasparenza degli Enti e delle Società Pubbliche e di contrastare la corruzione”.