È nata Serially, la piattaforma italiana dedicata alle serie tv visibili gratuitamente in streaming

Share

Il servizio, realizzato da iXMedia, si basa sul modello Avod e la raccolta pubblicitaria è a cura di Good Move


Il 14 ottobre ha visto il suo debutto Seriallypiattaforma streaming gratuita dedicata a serie tv internazionali mai viste in Italia. Serially è nata dall’idea dei due imprenditori italiani, Alessandro Mandelli e Massimo Vimini, ed è stata realizzata da iXMedia, startup che opera nel settore dell’intrattenimento audiovisivo e nell’industria del doppiaggio. Il servizio è attualmente disponibile in streaming online all’indirizzo serially.it, mentre già da fine mese sarà presente l’app per dispositivi iOS e Android nei vari store. A questo seguirà il rollout su smart TV.
La piattaforma, che si avvale del modello Avod, ovvero la fruizione gratuita di contenuti a fronte della visualizzazione di spot pubblicitari, offre serie TV in prima visione disponibili in streaming per il pubblico italiano sottotitolati e doppiati da voci note a livello nazionale e doppiatori di consolidata esperienza. 
La concessionaria esclusiva che si occupa della raccolta pubblicitaria è Good Move. L’unico formato standard è lo spot video erogato in preroll e midroll in vari momenti degli episodi. Altre opportunità di advertising sono i progetti speciali e le sponsorship delle singole serie tv. C’è, inoltre, di offrire accessi premium, che consentono la visualizzazione dei contenuti senza spot, grazie a coupon sponsorizzati dagli inserzionisti. 

I titoli offerti dalla piattaforma sono frutto di una selezione tra le serie Tv di maggiore successo europeo. Uno screening iniziale è stato effettuato in occasione del Mipcom di Cannes; in seguito è partita la fase di analisi che ha portato alla creazione della piattaforma di ricerca Clab, nata grazie alla partnership con 2B Research, la quale ha consentito il coinvolgimento diretto di una community di appassionati di serie TV che hanno selezionato e validato i titoli per il lancio di Serially, racconta la nota stampa.

Serially parte con una proposta iniziale di contenuti di produzione spagnola e inglese composta da 13 titoli tra cui la comedy inglese Brassic, la serie spagnola Si fueras tu e la miniserie Him, serie TV che hanno già registrato buoni risultati nel loro Paese d’origine e in altri Paesi europei. Entro la fine dell’anno, l’offerta della piattaforma si amplierà ulteriormente, portando a 23 i titoli disponibili per gli utenti che si iscriveranno a Serially.
“Siamo orgogliosi di lanciare un prodotto innovativo come Serially sul mercato italiano” afferma Massimo Vimini, Co-founder di iXMedia, “Abbiamo lavorato duramente per offrire agli utenti italiani un nuovo modo di fruire serie Tv altrimenti inaccessibili, eliminando due barriere importanti. La prima, rappresentata dalla lingua, ci ha visto sviluppare un sistema efficace di doppiaggio e sottotitolazione; la seconda, invece, è data dalla centralità di offrire un servizio gratuito agli appassionati di serie Tv. Avvalendoci del modello Avod, abbiamo potuto rendere tutti i titoli totalmente gratuiti”.

“Serially è un progetto su cui stiamo lavorando da diverso tempo e per il quale abbiamo studiato in maniera approfondita il mercato, il nostro target e le sue esigenze” dichiara Alessandro Mandelli, Co-founder di iXMedia, “Per questo, poter offrire oggi una lista di titoli di alto livello prodotti da importanti player del mercato internazionale ci rende certi dell’apprezzamento dei nostri contenuti da parte degli utenti italiani. Infatti, grazie alla selezione dei contenuti rilevanti effettuata direttamente dal nostro target, attraverso una modalità consolidata di ascolto bottom-up, Serially si propone di creare una community di appassionati fidelizzati per continuare a crescere, arricchendo la propria offerta di titoli di interesse per gli utenti italiani.”