Moncler si racconta in un live

Share

Riunire la cantautrice Alicia Keys, vincitrice di 15 Grammy Awards, l’attrice e cantante Victoria Song, in diretta da Shanghai, poi Solange da New York e il regista Luca Guadagnino da Milano, tra gli altri. Far vivere poi insieme a questi talenti trasversali, l’esperienza di nuove collezioni e designer. La piattaforma creativa Moncler Genius, fortemente voluta dal presidente e a.d. di Moncler Remo Ruffini per parlare del brand e coinvolgere i big della moda in nuove collezioni, si arricchisce di contenuti e intrattenimento in vista del prossimo 25 settembre, data fissata per il lancio di MondoGenius.

Tecnicamente si tratta di un live che ha per protagonista la griffe e le sue collezioni presentate come un’esperienza digitale in cinque città contemporaneamente (New York, Milano, Shanghai, Tokyo e Seoul), e attraverso la visione di 11 designer, coordinati da Alicia Keys. Ma, di fatto, MondoGenius allarga la prospettiva per raccontarsi e «abbracciare universi culturali diversi», dicono dall’azienda, «esplorare i confini della creatività e dare forma a nuove esperienze attraverso la contaminazione di energie e mondi differenti».

La visione di Ruffini è, in sintesi, ispirare attraverso l’esperienza: «In questo mondo in continuo cambiamento», ha spiegato il presidente e a.d. di Moncler, «credo moltissimo nella forza di unire community diverse e lontane attraverso esperienze condivise. Le più grandi fonti di ispirazione della mia vita sono sempre state proprio le persone e in Moncler sappiamo che più si è capaci di ispirare chi ci sta accanto, più chi ci sta accanto saprà ispirarci. Questo è il principio che ha guidato Moncler Genius 2021». La Keys, in diretta da Milano, accompagnerà gli utenti nell’esperienza MondoGenius con il supporto di ospiti di primo piano, e il pubblico di tutto il mondo sarà guidato in un viaggio tra le capitali Occidentali ed Orientali della moda alla scoperta di quelle che sono le fonti di ispirazione dei designer di Moncler Genius che spaziano dall’arte al cinema, dalla musica allo sport estremo. «MondoGenius è stato concepito come una vera e propria immersione nell’energia e nell’evoluzione culturale di Moncler», ha sottolineato Ruffini. «Un’esperienza a cui sono tutti invitati a partecipare».

La scelta delle città coinvolte nell’evento online non stupisce: la Cina, e l’online hanno trainato le vendite nella prima parte dell’anno, mentre nell’area Asia Pacific, del Giappone e della Corea del Sud, i ricavi sono cresciuti del 56% a 282,5 milioni di euro, in crescita del 19% rispetto allo stesso periodo del 2019.

L’obiettivo della griffe è che le idee e la contaminazione tra diversi universi culturali, elevino la dimensione creativa, essenza di Moncler, a un nuovo livello. «Per far si che Moncler Genius raggiunga tutti, oltre i confini, creando possibilità infinite», aggiungono dall’azienda.

Con l’evento, il gruppo svelerà i designer che lavoreranno a Genius, progetto creativo e label nati a partire dall’Autunno/Inverno 2018-19 per convogliare super designer a concepire collezioni mensili, da uomo e donna. Tra gli stilisti che torneranno a collaborare ci sono JW Anderson, Veronica Leoni e Sergio Zambon per Moncler 1952; Sandro Mandrino per Moncler Grenoble, poi Craig Green, Alyx 9SM per Moncler 1017 e Hiroshi Fujiwara per Moncler Frgmt.

L’evento live sarà visibile su mondogenius.moncler.com, sui siti dei media partner di Moncler e sui social inclusi Instagram, Facebook, TikTok, YouTube, LinkedIn, Twitter, e WeChat, Weibo e Douyin in Cina.

Francesca Sottilaro, ItaliaOggi