Green Pass europeo, cosa fare se non arriva

Share

Fino al 12 agosto sarà possibile viaggiare in Europa anche senza Green Pass. Sarà sufficiente esibire le certificazioni di completamento del ciclo vaccinale, di guarigione o di avvenuto test rilasciate dalle strutture sanitarie, dai medici e dalle farmacie autorizzate.

In Italia basta la prima dose per ottenere il Green Pass, ma non è così per tutti i Paesi d’Europa.

La Commissione Ue sottolinea come “i certificati saranno rilasciati a qualsiasi persona che abbia ricevuto una vaccinazione COVID-19 in uno Stato membro dell’UE, indipendentemente dal numero di dosi. Il numero di dosi sarà chiaramente indicato nel certificato digitale COVID UE per indicare se il corso di vaccinazione è stato completato. Inoltre, il regolamento impone agli Stati membri di accettare i certificati di vaccinazione alle stesse condizioni“, e cioè che “ad esempio, quando uno Stato membro decide di revocare le restrizioni di viaggio per i propri cittadini che hanno un certificato per la prima dose di un vaccino che ha ricevuto l’autorizzazione all’immissione in commercio in tutta l’UE e che ne prevede due, deve estendere lo stesso trattamento ad altri cittadini dell’UE”.