Zuckerberg decide di lanciare Shops anche su WhatsApp e Marketplace di Facebook

Share

Fbiq – The Future of Shopping Has Come Early ha elaborato dei dati raccolti a seguito della pandemia, che evidenziano come un consumatore su tre, a livello globale, afferma di voler passare meno tempo in negozio anche dopo la fine della pandemia, e quasi tre quarti dichiara di trarre ispirazione per lo shopping da Facebook, Instagram, Messenger o WhatsApp. Sulla base di questi risultati Facebook ha deciso di introdurre Shops, vetrina dedicata ai prodotti delle aziende, anche su WhatsApp e Marketplace di Facebook.

Mark Zuckerberg, numero uno di Facebook, ha così motivato la scelta: “Oggi ci sono più di 300 milioni di visitatori mensili su Shops e più di 1,2 milioni di Shops attivi mensilmente. Vogliamo rendere ancora più semplice per le persone scoprire prodotti e fare acquisti attraverso Shops. Presto daremo alle aziende di alcuni Paesi selezionati la possibilità di mostrare il loro shop su WhatsApp. Negli Stati Uniti, permetteremo di portare i prodotti di Shops su Marketplace, aiutando i business a raggiungere oltre 1 miliardo di persone che a livello globale visitano Marketplace ogni mese”. Nei prossimi mesi si assisterà anche all’espansione delle valutazioni e delle recensioni ai prodotti su Instagram, social network prediletto dalla moda dove è già presente Shops.

Shops fornirà alle aziende la possibilità di offrire proposte d’acquisto personalizzate, come avviene per la bacheca delle notizie: “Stiamo introducendo soluzioni pubblicitarie per Shops che forniscano esperienze pubblicitarie uniche basate sulle preferenze di acquisto delle persone. Ad esempio, stiamo testando la possibilità per le aziende di indirizzare i consumatori dove è più probabile, in base al loro comportamento di acquisto, che comprino qualcosa, come una selezione curata di prodotti a cui potrebbero essere interessanti in uno Shop o sul sito web di un’azienda. In futuro, esploreremo modi per aiutare i brand a personalizzare ulteriormente i loro annunci per Shops, fornendo offerte speciali o promozioni a consumatori selezionati”. Zuckerberg crede fermamente che il passaggio all’acquisto online e social-first non sia temporaneo, l’investimento su Shops proseguirà senza però richiedere commissioni alle aziende fino a giugno 2022.

Allo stesso tempo l’azienda statunitense sta investendo in tecnologie immersive come la realtà aumentata e l’intelligenza artificiale. Infatti, Facebook fa sapere: “Quest’anno inizieremo a testare una nuova ricerca visuale alimentata dall’intelligenza artificiale. La ricerca visuale aiuta le persone a trovare prodotti simili tra loro, come gli abiti a stampa floreale, semplicemente toccando l’immagine di un abito che gli piace. In futuro renderemo possibile alle persone scattare foto dalla loro fotocamera per avviare una ricerca visuale. Anche se è ancora presto, pensiamo che la ricerca visuale migliori lo shopping mobile rendendo acquistabili ancora più prodotti presenti su Instagram. Stiamo anche coinvolgendo alcuni dei brand più importanti per sperimentare il Live Shopping su Facebook e portare questa esperienza di shopping personalizzata agli spettatori attraverso i Live Shopping Friday”.