Daniela Mapelli: prima rettrice dell’Università di Padova dopo 800 anni

Daniela Mapelli
Share
Daniela Mapelli

Daniela Mapelli è la prima donna ad essere eletta rettrice dell’Università di Padova. Resterà in carica dal 2021 al 2027, in concomitanza con gli 800 anni dell’ateneo. Daniela Mapelli è originaria di Lecco e arriva a Padova a metà degli anni 80, attirata da quella psicologia sperimentale che vedeva l’Università di Padova come avanguardia. Madre di due figli, Mapelli, 56 anni, è professoressa ordinaria di Neuropsicologia e Riabilitazione Neuropsicologica. La rettrice ha ottenuto 1.381 voti (53,7%) contro i 1.186 (46,2%) dell’altra candidata alla nomina Patrizia Marzaro. Professoressa ordinaria di Neuropsicologia e Riabilitazione Neuropsicologica.

“Mai come ora, in questi momenti, i ritratti degli uomini che hanno guidato l’Università di Padova, che accompagnano l’entrata in sala della Basilica, mi sembrano restituire vividamente le loro storie, i loro pensieri, le loro speranze. Chissà se nel momento dell’elezione erano commossi, così come sono io, o magari sentivano già forte il senso di una dolce responsabilità, quella di guidare l’Università di Padova. Dal prossimo ottobre potremo – finalmente! – dire ‘uomini e donne che hanno guidato l’Università di Padova. In questo Ateneo sono cresciuta. Professionalmente, certo, ma soprattutto come donna. Ho trovato persone che hanno segnato la mia vita. Fatemene ringraziare una per tutte: il mio maestro Carlo Umiltà. Grazie a tutti voi per aver scelto il nostro programma, la nostra visione di Università. Grazie a donne e uomini che mi hanno supportato, spronato, capito, sopportato. È la vostra vittoria. Lavoreremo con passione per la nostra Università. Lavoreremo per poter farvi dire, poi, «è stata la scelta giusta”, ha aggiunto.

La presidente del Senato, Elisabetta Casellati, si è complimentata con la rettrice e ha dichiarato:

“L’elezione di una donna, dopo un ballottaggio tutto al femminile, alla guida di una delle più prestigiose Università d’Italia e del mondo, racchiude un messaggio chiaro per l’intero Paese: quando ad essere premiato è il merito, per le donne nessun obiettivo è precluso. Esprimo le mie più vive congratulazioni alla professoressa Daniela Mapelli, prima rettrice negli 800 anni di storia dell’Università di Padova. E’ un incarico che premia un percorso professionale d’eccellenza dal quale, oltre all’impegno e alla passione per la psicologia e le neuroscienze, traspare il desiderio di sperimentare e innovare. Caratteristiche che ben si conciliano con la storia dell’Ateneo di Padova, Università internazionale e moderna, custode di un passato prestigioso ma sempre proiettata nel futuro con l’obiettivo di anticipare gli sviluppi della nostra società. L’Università di Padova, dove nel 1678 si laureò la prima donna al mondo, conferma di essere in linea con il percorso di emancipazione femminile ed è ancora una volta motivo di orgoglio nazionale”.