Mediobanca inclusa nell’indice S&P Europe 350 di sostenibilità

Share

Mediobanca è stata inclusa all’interno dell’indice S&P Europe 350 ESG. L’inclusione – si legge in una nota – è frutto del ribilanciamento dell’indice promosso da S&P Dow Jones che ogni anno seleziona le migliori emittenti in relazione ai criteri di sostenibilità, adeguatamente ponderati ai rispettivi livelli di capitalizzazione. “L’inclusione in uno dei più importanti indici Esg a livello globale testimonia l’impegno del nostro Gruppo nel campo della sostenibilità e favorirà l’aumento degli investitori istituzionali Esg nell’azionariato del gruppo Mediobanca – commenta Alberto Nagel, Ceo di Mediobanca. L’impegno all’integrazione dei criteri di sostenibilità nel modello di business è un percorso delineato nel Piano al 2023 che ha visto, già nel 2021, il raggiungimento di importanti traguardi come la carbon neutrality, l’emissione del primo green bond e il miglioramento del profilo Esg del gruppo. Crediamo che la creazione di valore nel lungo periodo debba includere tutti gli stakeholder coniugando redditività, solidità finanziaria e buone pratiche di governance con la promozione dell’inclusione sociale e della tutela ambientale”, conclude Nagel. Sempre in ambito Esg recentemente Mediobanca è risultata best in class per valorizzazione della presenza femminile in Cda (40%) superando la media del mercato (37% per le banche quotate e 15% per le non quotate). Un risultato emerso da un’analisi dell’Osservatorio interistituzionale di Banca d’Italia e Consob sulla alla presenza femminile negli organi di amministrazione e controllo delle società italiane.