Banca Profilo, utile netto in aumento. Giorgio Di Giorgio è il nuovo presidente

Share

L’Assemblea Ordinaria degli azionisti di Banca Profilo si è riunita sotto la presidenza del Professor Giorgio Di Giorgio (nella foto) per approvare, tra l’altro, il Bilancio 2020, la proposta di destinazione dell’utile di esercizio 2019 e 2020, la nomina del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale per i prossimi tre esercizi, la Politica di Remunerazione e connesse deliberazioni, la proposta di modifica dell’articolo 6 dello Statuto Sociale. Banca Profilo ha chiuso il bilancio consolidato al 31 dicembre 2020 con un utile netto di 8,7 milioni di Euro, in aumento del 4% rispetto agli 8,4 milioni del 31 dicembre 2019. Al 31 dicembre 2020, la raccolta totale amministrata e gestita – inclusa la Raccolta Fiduciaria Netta ed esclusa la raccolta della controllata svizzera Banque Profil de Gestion la cui uscita dal Gruppo è prevista nel corso dell’esercizio 2021 – si attesta a 5.320,2 milioni di Euro, in diminuzione di 346 milioni di euro rispetto ai 5.666,3 del 31 dicembre 2019 (-6,1%). Il totale dei ricavi netti consolidati è pari a 57,8 milioni di Euro, sostanzialmente in linea con i 58,0 milioni di euro del 2019 (-0,4%). Il risultato della gestione operativa, pari a 15 milioni di euro, è in aumento di 2 milioni di euro rispetto al 2019 (+15,0%). In termini patrimoniali, l’attivo consolidato si attesta a 1.846,4 milioni di Euro contro i 2.107,9 milioni di euro del 31 dicembre 2019 (-12,4%). I Fondi Propri consolidati di Banca Profilo alla data del 31 dicembre 2020, sono pari a 156,4 milioni di Euro, con un CET 1 Capital Ratio consolidato del 22,3%, in crescita rispetto al 21,4% del 2019. Passando ai risultati individuali, l’Assemblea ha approvato il Bilancio Individuale al 31 dicembre 2020, che si è chiuso con un utile netto pari a 13,1 milioni di Euro, in aumento di 6,4 2 milioni di Euro rispetto al risultato dello scorso esercizio. Il totale attivo individuale di Banca Profilo è pari a 1.582,1 milioni di Euro, il patrimonio netto individuale è pari a 169,2 milioni di Euro. L’Assemblea Ordinaria ha nominato Giorgio Di Giorgio Presidente del Consiglio di Amministrazione e determinato il compenso da attribuire al Consiglio di Amministrazione, per ciascun esercizio di durata nella carica, comprensivo dell’emolumento in favore degli Amministratori investiti di particolari cariche e dell’eventuale compenso straordinario in favore dell’Amministratore Delegato. I componenti del Consiglio di Amministrazione sono stati tratti dall’unica lista pervenuta, presentata dal socio di controllo Arepo BP S.p.A., titolare di 423.088.505 azioni ordinarie della Banca con diritto di voto, pari a circa il 62,403% del capitale sociale.