Serie A: botta e risposta Birsa-Sansone, Chievo-Sassuolo finisce 1-1

Share

I veneti avanti su rigore, illness gli emiliani rispondono un minuto più tardi. Infortuni per Floro Flores, case Frey e Birsa

Chievo Verona - SassuoloPari tra Chievo e Sassuolo, finisce 1-1 al Bentegodi. Partita giocata su buoni ritmi da entrambe le squadre: sfortunato Maran, che perde Floro Flores, Frey e Birsa per infortuni, deluso Di Francesco che voleva tornare alla vittoria dopo un mese ma paga la poca precisione delle punte. Botta-risposta nei gol: Birsa apre su rigore al 29′, Sansone pareggia un minuto più tardi con un gran tiro dal limite dell’area.
LA PARTITA Un pareggio che non scontenta nessuna delle due squadre ma alimenta comunque rimpianti. Il Chievo trova continuità di risultati dopo la vittoria di Torino e mette altro fieno in cascina verso la salvezza ma perde – in una situazione di infortuni già non facile – tre elementi (anche se non sembrano guai gravi). Il Sassuolo gioca un buon match e recupera dallo svantaggio ma le partite senza vincere diventano sei e la classifica sta lentamente passando da straordinaria a buona. Sia padroni di casa che ospiti sono stati protagonisti di un buon match, nervoso a tratti, e che ha trovato la svolta alla mezz’ora del primo tempo dopo minuti e minuti di sterile possesso palla neroverde e poche occasioni. Nonostante il vivace ingresso di M’Poku, il Sassuolo avrebbe vinto a punti ma il pari del Chievo non è immeritato.
Si parte con il predominio territoriale ospite, una situazione di gioco cara al Chievo che tenta di ripartire quando può. Il Sassuolo sfonda soprattutto sulla destra con Vrsaljko e Berardi, che però non trovano mai la giocata giusta per servire in mezzo i compagni: Spolli e Cesar fanno buona guardia. Duncan, dei tre neroverdi a centrocampo, è quello più attivo ma le sue conclusioni terminano sempre lontane dai pali. Perciò non sorprende il dato dei tiri in porta, fermi a quota zero fino al 29′. Proprio questo minuto sblocca risultato e gara: Rigoni al momento del tiro viene steso da Peluso, Ghersini indica il dischetto, Birsa non sbaglia il rigore. Un vantaggio che dura solo sessanta secondi, tanto ci impiega Sansone a trovare spazio sulla sinistra e inventarsi un bellissimo gol dal limite laterale dell’area. L’infortunio dell’ex Floro Flores lancia M’Poku che entra bene in gara con dribbling, aperture e movimento rovinando un po’ i piani della difesa di Di Francesco ma Consigli fa buona guardia sui due tentativi del congolese.
Nella ripresa il Chievo pian piano scende di ritmo, e anche i centrocampisti iniziano ad appiattirsi sulla linea difensiva lasciando altri metri a disposizione del Sassuolo. Ma il momento emiliano non è dei più favorevoli, le occasioni che spaventano Bizzarri si contano sulle dita di una mano ed è ancora Duncan a provare con conclusioni da fuori. Paradossalmente l’occasione più grande della ripresa è marcata Chievo, Inglese trova impreparati Cannavaro e Acerbi ma di testa sbaglia un gol da due passi. Quando Maran perde pure Birsa, decide che è il momento di fortificare nuovamente il fortino. Di Francesco risponde cambiando tutto il tridente ma è fatica sprecata, l’1-1 arriva dopo quattro minuti di recupero.

di Stefano Fiore “Sport Mediaset”

Share
Share