Salini Impregilo, l’ad Pietro Salini: ottobre è stato un mese intenso per il business in Nord America e il ritorno in Canada dopo trent’anni

Share

“Ottobre è stato un mese intenso per il nostro business nel Nord America. Abbiamo messo a segno due aggiudicazioni nel settore strade e per un tunnel di stoccaggio idrico nello Stato di Washington, dove abbiamo fatto il nostro ingresso, e siamo riusciti a tornare dopo trent’anni in Canada per la realizzazione di una ferrovia leggera insieme ad Astaldi”, dichiara Pietro Salini, Amministratore Delegato Salini Impregilo. “Queste aggiudicazioni confermano la nostra strategia commerciale: consolidare il portafoglio ordini societario nei mercati con un basso profilo di rischio e che presentano i più significativi programmi di investimento in infrastrutture, vero volano per la crescita economica. In parallelo, abbiamo continuato a valorizzare il portafoglio di asset non strategici del Gruppo Salini Impregilo, con la dismissione di Power and Energy – LPES, divisione della controllata statunitense Lane, che stiamo focalizzando sempre più su progetti infrastrutturali di grandi dimensioni, nei settori trasporti, acqua e tunneling. Abbiamo davanti l’opportunità di fare un salto dimensionale vero, e con l’operazione Progetto Italia stiamo creando un grande gruppo per il futuro sia italiano che internazionale”.

Share
Share