Saliscendi / LaVerità

Share
di Cesare Lanza per LaVerità

Lewis Hamilton

II campione inglese della Mercedes si laurea per la quarta volta campione del mondo di Formula uno. Gli è bastato un nono posto, in una gara scialba a Città del Messico, tanto era forte la sua supremazia in classifica. L’exploit di quattro vittorie (2008,2014,2015 in precedenza) era riuscito solo ad altri quattro piloti. Lewis ha 32 anni, può far meglio.
.,

.,

Paolo Giordana

Ha provocato un casino infernale nei 5 stelle: 41 anni, capo di gabinetto a Torino nella giunta della sindaca Chiara Appendino, è stato intercettato mentre raccomandava di togliere una multa a un amico. Un peccatuccio nella vita politica italiana, abituata a ben altro. Ma scandaloso e insopportabile per i tanti nemici di Beppe Grillo. Giordana si è dimesso: non basta?
.,

.,

Massimo Mucchetti

L’insoddisfazione verso Matteo Renzi cresce ogni giorno. Il senatore Massimo Mucchetti era un eccellente giornalista del Corriere nell’economia: informatissimo, ottimo analista. Poi ha ceduto alle lusinghe di una candidatura politica (presumo che sia pentito). È irritato verso il segretario e invoca: «II Pd è fuori controllo, Walter Veltroni e Piero Fassino dovrebbero cacciarlo!».

.,

Benevento Calcio

II Benevento, dopò 11 giornate e 11 sconfitte, è a zero punti in classifica. Consiglierei dimissioni totali: come fece Clemente Mastella, di Benevento sindaco, con una metafora irresistibile, «Imitai il castoro, preda pregiata per i testicoli: se li strappò e li buttò ai cacciatori, per salvarsi la vita. Idem io, quando mi dimisi da ministro della Difesa, attaccato da tutti».

.,

Matteo Salvini

salvini_matteoDa tempo auspico un’intesa 5 stelle/Lega, dopo le elezioni. Perciò potete immaginare con quanta soddisfazione abbia letto l’ultima dichiarazione di Salvini: «Se dalle urne non usciranno i numeri indispensabili al centrodestra per governare, mai con Matteo Renzi, mai con Angelino Alfano. Mai ammucchiate. Chiamerò Grillo!» Chissà… Tutto ancora può succedere.

.,

Giorgio Napolitano

Contrario al voto di fiducia (molte, inaudite, fiducie!) per la legge elettorale. Ma poi la vota. È l’ultimo curioso comportamento dell’ex bipresidente della Repubblica. Nella sua storia contraddizioni e indecisioni sono frequenti. Di recente, mandare Mario Monti e Matteo Renzi al governo ha provocato infiniti problemi. Forse non c’è più da stupirsi.

Share
Share