Arte: un museo nella Foresta di Bambù a Ferrara

Share

Nascerà nella Kida Organic Forest, la foresta di bambù a Ferrara, un museo all’aperto dedicato alle sculture di Enrico Menegatti, artista e scultore che da anni raccoglie detriti, prevalente legnosi, depositati dalle mareggiate sulla spiaggia trasformandoli in opere d’arte. Per anni queste opere hanno trovato posto sulla spiaggia di Volano, ma dopo una recente mareggiata si è deciso di metterle al sicuro spostandole nei campi di Kida. Attualmente ne sono state posizionate cinque, ma si conta di aggiungerne 15 ogni anno.

Entusiasta dell’iniziativa il presidente di Kida, Paolo Bruschi, nella foto, perché questa scelta “valorizza una forma d’arte originale e unica nel suo genere che va ad arricchire il progetto ecosostenibile dell’azienda”, spiega. Kida Organic Forest dal 2020 ha già posizionato sei ettari con 12 diversi tipi di bambù che nel giro di pochi anni formeranno una foresta di oltre 180mila piante alle porte di Ferrara.

L’area complessiva di 12 ettari ha un ambiente ecosostenibile dove non viene usata chimica di sintesi e ha, al proprio interno, sei ettari di trifoglio nano, due campi di Paulonia e parecchie arnie per una apicoltura sana e biologica: un ambiente ideale per installare una mostra permanente di opere recuperate dagli scarti del mare.

Adnkronos