Tecnocasa, cresce il mercato immobiliare messicano

Share

Il Gruppo Tecnocasa è presente in Messico con 135 agenzie Tecnocasa e 23 punti vendita Kìron (mediazione creditizia) che operano sul territorio coinvolgendo circa 1.000 collaboratori.

Nel primo semestre del 2022, il mercato residenziale di Città del Messico mantiene il suo dinamismo e cresce in alcune zone – afferma Martín Álvarez, Tecnocasa. Le operazioni immobiliari gestite dal Gruppo Tecnocasa nel periodo indicato sono cresciute in media del 10% rispetto al semestre precedente.

Rileviamo che il prezzo medio al metro quadrato nella prima parte del 2022 per gli immobili usati a Città del Messico è pari a 1.319 euro, mentre quello riferito agli immobili nuovi si aggira intorno ai 1.735 euro”.

“La zona della città in cui c’è maggiore interesse – prosegue Álvarez – è quella del centro-sud, caratterizzata da un’alta concentrazione di servizi, commercio e abitazioni. Il tempo medio di vendita si mantiene sui 60 giorni.

Gli acquisti vengono effettuati in contanti nel 37% dei casi, mentre ricorrono al mutuo il 63% dei soggetti. I finanziamenti per l’acquisto dell’immobile vanno da mutui governativi a prestiti bancari.

Chi compra casa sono sia uomini sia donne, per la maggior parte Messicani stessi, di età compresa tra i 30 e i 55 anni, impiegati, alla ricerca dell’abitazione per uso diretto, anche se non mancano gli investitori. La tipologia preferita è quella medio-usata e la metratura si aggira intorno ai 90 mq, con ascensore e aree verdi comuni.

Per coloro che investono nel mattone, il rendimento lordo annuale per un bilocale si aggira intorno al 5-7%”.