expert.ai, approvato il piano industriale

Share

Il Consiglio di amministrazione di expert.ai S.p.A., leader nel mercato dell’Artificial Intelligence con azioni quotate sul sistema multilaterale di negoziazione Euronext Growth Milan, organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., tenutosi in data odierna ha approvato il piano industriale consolidato per gli esercizi 2022B e 2024E (“Piano Industriale”) volto ad accelerare significativamente la crescita del Gruppo nel mercato internazionale dell’intelligenza artificiale, puntando a realizzare, tra l’altro, i seguenti target: per l’esercizio 2022B, ricavi in un range compreso tra Euro 31-33 milioni, EBITDA negativo tra Euro 12-14 milioni e Annual Recurring Revenues per Euro 17,5-19,5 milioni; ricavi per Euro 38 milioni ed Euro 49 milioni rispettivamente per l’esercizio 2023E e per l’esercizio 2024E; EBITDA per Euro 6 milioni ed Euro 16 milioni rispettivamente per l’esercizio 2023E e per l’esercizio 2024E; Annual Recurring Revenues per Euro 27 milioni ed Euro 37 milioni rispettivamente per l’esercizio 2023E e per l’esercizio 2024E.

Il Piano Industriale è focalizzato sul raggiungimento della redditività nell’ambito di una crescita sostenibile fondata su: ricavi basati sui costanti rinnovi da parte dei clienti, solida crescita in Nord America, nuove opportunità in Italia nel mercato sia pubblico sia privato e in Europa con clienti di primario standing; miglioramento del margine operativo lordo guidato da soluzioni sempre più replicabili, risparmio sui costi e maggiore efficienza nell’implementazione della piattaforma expert.ai; riduzione dei costi operativi nell’ottica di un allineamento agli obiettivi di crescita grazie alla capacità di offrire le migliori soluzioni tecnologiche a partner e clienti, avendo portato a compimento il processo di trasformazione, e conclusa la fase degli investimenti più rilevanti per l’evoluzione della piattaforma e l’avvio della strategia Go-to-Market. Walt Mayo, nella foto, CEO di expert.ai, ha così commentato: “Abbiamo portato a compimento il percorso di evoluzione che ci ha consentito di innovare e ridefinire profondamente il nostro modello di business. In un contesto di generale incertezza economica, per bilanciare crescita e profittabilità implementeremo una serie di azioni per raggiungere EBITDA positivo nel 2023, grazie anche a una riduzione dei costi, dopo il picco di investimenti dell’anno in corso. Per raggiungere i nostri obiettivi di crescita ci focalizzeremo sui nostri più importanti settori verticali, proponendo ad assicurazioni, banche e società di servizi finanziari, sanità, industria farmaceutica e mercato dell’informazione prodotti “pronti all’uso”. Gli importanti successi ottenuti nel mercato aziendale statunitense, la solida base che abbiamo in Italia e la crescita della rete di partner e delle integrazioni tecnologiche sono tutti indicatori della significativa creazione di valore per la prossima fase della nostra evoluzione.” Nel contesto del Piano Industriale si colloca inoltre l’aumento di capitale in opzione deliberato dal Consiglio di Amministrazione in data 30 novembre 2022 in parziale esecuzione della delega allo stesso conferita 15 ottobre 2021 (l’“Aumento di Capitale”), il cui positivo completamento costituisce un presupposto strategico del Gruppo per il raggiungimento degli obiettivi strategici e di sviluppo del Piano Industriale.