Pernigotti, la viceministra Todde: l’azienda è salva

Share

 “Finalmente dopo mesi di attese e di confronto costante con le parti, il marchio storico Pernigotti rilancia la produzione attraverso un nuovo piano industriale con Jp Morgan e Walcor. L’obiettivo è quello di creare un polo italiano di eccellenza del cioccolato”. Lo dichiara la viceministra allo Sviluppo economico Alessandra Todde, sottolineando che “l’accordo prevede la cessione dell’intero pacchetto azionario e degli asset Pernigotti e punta alla riapertura della fabbrica di Novi Ligure. Sono state presentate le linee guida del piano industriale che hanno trovato l’apprezzamento del sindacato e dei lavoratori. L’obiettivo è chiaramente la salvaguardia dei posti di lavoro, la tutela del capitale umano e di un territorio importantissimo per il Piemonte come per tutto il sistema Paese”.
“Stiamo già lavorando – aggiunge Todde – con il Ministero del Lavoro per la concessione della cassa integrazione, scaduta il 30 giugno, e speriamo di raggiungere le varie intese in vista del prossimo incontro”.
“Seguo la vertenza Pernigotti dallo scorso governo e il MiSE ha sempre lavorato per evitare la chiusura della fabbrica di Novi Ligure. Questo accordo – conclude – garantisce che resti in italia uno dei marchi più longevi al mondo di cioccolato. Confermiamo il nostro impegno per tutelare il Made in Italy e manteniamo saldo il rapporto tra prodotto e territorio”.