Smiths Detection equipaggia l’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Roma con una tecnologia avanzata di controllo del bagaglio a mano

Share

L’installazione di 30 macchine HI-SCAN 6040 CTiX migliorerà la sicurezza e l’esperienza dei passeggeri

Smiths Detection, leader globale nelle tecnologie di rilevamento delle minacce e di ispezione di sicurezza, annuncia di aver iniziato l’installazione di 30 sistemi di controllo bagagli a mano HI-SCAN 6040 CTiX presso l’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Roma. L’installazione di questa tecnologia leader a livello mondiale riflette gli elevati standard dell’aeroporto per l’eccellenza del servizio passeggeri e l’automazione dei processi, essendo stato recentemente premiato come ACI Best Airport in Europe per la quarta volta negli ultimi cinque anni.

HI-SCAN 6040 CTiX di Smiths Detection è uno scanner a raggi X per tomografia computerizzata (CT) che produce immagini 3D volumetriche ad alta risoluzione per una valutazione del bagaglio più rapida e approfondita e bassi tassi di falsi allarmi. Gli scanner consentono a elettronica e liquidi di rimanere nelle borse, accelerando lo screening dei passeggeri e riducendo i punti di contatto.

La combinazione degli scanner a raggi X CT, insieme a 45 rilevatori di tracce Smiths Detection IONSCAN 600 già forniti, migliorerà ulteriormente la sicurezza e l’efficienza operativa. IONSCAN 600 è un sistema desktop portatile altamente sensibile, non radioattivo, leggero che rileva e identifica tracce di esplosivi e narcotici.

HI-SCAN 6040 CTiX può essere equipaggiato con il software di riconoscimento degli oggetti di Smiths Detection, iCMORE, che utilizza algoritmi avanzati per ridurre l’onere per gli operatori e potenziali errori automatizzando il processo di rilevamento degli articoli proibiti.

Stefano Scardigli, Senior Key Account, Smiths Detection ha dichiarato: “Siamo lieti di fornire all’Aeroporto Internazionale Leonardo da Vinci di Roma 30 scanner HI-SCAN 6040 CTiX. Utilizzando immagini 3D, i nostri scanner offrono lo screening avanzato del bagaglio a mano, migliorando la sicurezza e migliorando l’efficienza operativa. Essere in grado di lasciare elettronica e liquidi nel bagaglio a mano contribuirà ad accelerare il processo di screening, soprattutto alla luce delle ben documentate pressioni del personale negli aeroporti di tutto il mondo”.

Marco Stramaccioni (in foto), Amministratore Delegato di ADR Security per l’Aeroporto Internazionale Leonardo da Vinci di Roma, ha dichiarato: “Aeroporti di Roma non vede l’ora di essere all’avanguardia per l’esperienza dei passeggeri e la sicurezza all’Aeroporto Internazionale Leonardo di Vinci di Roma. Con l’aumento del numero di passeggeri, saremo ben posizionati per controllare in modo efficiente i passeggeri, riducendo l’onere per i nostri operatori. Sfruttando la potenza della tecnologia CT, abbiamo reso i nostri controlli di sicurezza a prova di futuro”.