Friulia, società finanziaria della Regione Friuli-Venezia Giulia, entra con una partecipazione del 20% nella controllata triestina di CIRCLE, Infoera

Share

Circle group, gruppo specializzato nell’analisi dei processi e nello sviluppo di soluzioni per la digitalizzazione del settore portuale e della logistica intermodale e nella consulenza internazionale sui temi del Green Deal e della transizione energetica guidato da Circle S.p.A., società quotata sul mercato Euronext Growth Milan organizzato e gestito da Borsa Italiana, annuncia che Friulia S.p.A., società finanziaria della Regione Friuli-Venezia Giulia, ha fatto il suo ingresso nel Capitale Sociale della controllata Infoera S.r.l. (“Infoera”) mediante l’acquisto di una partecipazione pari al 20%. Inoltre, sempre oggi è stato sottoscritto un aumento di capitale in Infoera di Euro 400.000 pro quota da parte dei soci Circle, Catone Investimenti S.r.l. (“Catone Investimenti”) e Friulia con l’obiettivo di supportare la crescita della Società consentendo il rafforzamento e l’ampliamento delle sue relazioni con il territorio e il mondo portuale. “Siamo convinti dell’importanza di questa iniziativa societaria, che permetterà a Infoera e al Gruppo in cui è inserita di consolidare le sinergie con le comunità portuali di Trieste di Monfalcone, coerentemente con la strategia perseguita di efficientamento e sviluppo della catena logistica multimodale (in primis di tutto il Friuli-Venezia Giulia) che punta a un sempre maggiore utilizzo delle componenti digital, green e ferroviarie” ha dichiarato Luca Abatello, nella foto, Presidente & CEO di CIRCLE Group. “Da sempre Friulia garantisce supporto manageriale e finanziario ai progetti che puntano a valorizzare il territorio. Per questo abbiamo deciso di investire in Infoera, una società il cui business ruota attorno a Trieste e al suo porto fornendo soluzioni informatiche e tecnologiche oggi indispensabili per tutta la supply chain. Siamo convinti che la posizione strategica di cui gode il nostro scalo, come porta di accesso al mercato europeo, non potrà che favorire la ricerca e lo sviluppo di nuovi servizi da parte di Infoera, pensati per migliorare e velocizzare tutta la filiera logistica” ha dichiarato Federica Seganti, Presidente di Friulia