Pierrel ha presentato il primo documento di sostenibilità

Share

Pierrel S.p.A. (Ticker: PRL), provider globale dell’industria farmaceutica quotata nel segmento EXM di Borsa Italiana, da dieci anni impegnata nell’adottare politiche a tutela dell’ambiente, presenta il suo primo documento di Sostenibilità per l’anno 2021, fotografando lo state of art in termini di environmental & social responsibility e individuando degli indicatori di performance da monitorare, soprattutto alla luce degli importanti investimenti in assets materiali e immateriali necessari a fronteggiare il piano strategico incentrato sull’incremento della capacità produttiva. Pierrel ha redatto questo documento su base volontaria, mostrando forte responsabilità nel voler contribuire al raggiungimento degli obiettivi dell’agenda ONU 2030 per lo sviluppo sostenibile Il documento evidenzia per il periodo 2010-2021, tra gli altri, i seguenti principali risultati:

• Metano ed energia elettrica: si evidenzia una riduzione dei consumi, rispettivamente del 41,7% e del 23,4%).

• Acqua: si è registrata una riduzione nell’utilizzo del 90% con un risparmio totale pari a 140.982 mᵌ.

• Scarti di produzione: sono stati ridotti del 67% nonostante il progressivo aumento di capacità produttiva. In particolare, si registra meno del 2% di scarto tra le fasi principali della produzione, derivante dal perfezionamento del settaggio di alcuni macchinari, tra cui l’ispezionatrice ottica.

• carta: è stata ridotta del 65% a seguito dell’implementazione di processi di digitalizzati del lavoro degli uffici, con un risparmio totale pari a kg 17.740.

Il documento evidenzia anche una serie di iniziative realizzate per diffondere la cultura del rispetto per l’ambiente, sia nei confronti dei dipendenti Pierrel che delle comunità limitrofe, tra le quali spiccano:

1. La collaborazione con Legambiente Campania, la Società Cooperativa Sociale Terra Felix e l’Associazione Geofilos per il progetto «Ri-orto», finalizzato al riutilizzo delle cassettine in polipropilene che contengono le tubofiale, trasformate in box orto da donare ai collaboratori di Pierrel e alle classi scuola primaria di alcune scuole vicine all’azienda.

2. L’accordo, con Agricola Imballaggi, azienda specializzata nel riciclo e nella trasformazione di materiali in plastica, per la vendita delle cassettine in propilene che rappresentano uno dei principali rifiuti generati dal processo produttivo, sia per quantità che per volumi, con le quali sono stati realizzati altri oggetti in plastica.

I prossimi step in ottica di sostenibilità riguarderanno anche investimenti in impianti green (per esempio un sistema di trigenerazione) e il miglioramento del Work-life balance dei propri dipendenti attraverso l’investimento nella digitalizzazione dei processi e nell’acquisto del software PRAGMA4U. Infine, nell’ambito del programma salute e sicurezza, Pierrel implementerà un programma di screening annuale delle patologie del cavo orale per i propri dipendenti, i quali potranno avvalersi della consulenza di un odontoiatria che effettuerà visite gratuite in azienda, utilizzando il dispositivo medico brevettato da Pierrel per lo screening del cavo orale . L’Amministratore Delegato e Direttore Generale del Gruppo Pierrel, Fulvio Citaredo, nella foto, commenta: «Siamo orgogliosi del cammino intrapreso e dei risultati conseguiti negli ultimi dieci anni e riassunti nel primo documento di sostenibilità che testimonia l’impegno di Pierrel ed il proprio contributo a favore dell’ambiente. Le tematiche ambientali fanno oramai parte della nostra filosofia aziendale: produciamo con qualità e nel rispetto dell’ambiente, rispondiamo tempestivamente alle esigenze del mercato, perseguiamo con tenacia gli obiettivi di espansione internazionale, garantiamo un ambiente di lavoro sano e stimolante ai nostri dipendenti, tutto corroborato dalla passione e dal genio italiano».