Gismondi 1754 realizza vendite per 615.000 euro in Medio Oriente

Share

Gismondi 1754, Società genovese che produce gioielli di altissima gamma quotata sul mercato Euronext Growth Milan di Borsa Italiana, conclude la propria partecipazione alla DJWE (Doha Jewellery and Watch Exhibition)svoltasi a Doha con grandi riscontri. La partecipazione alla più importante fiera del Middle-East è stata un successo per la società genovese che, a distanza di due settimane dalla chiusura della manifestazione, ha concluso vendite dirette per complessivi 615.000 euro. Nello specifico si è trattato di: un anello in oro e diamanti per 240.000 euro, un set composto da girocollo, orecchini e anello da 200.000 euro e un girocollo della collezione “Abbraccio” per 134.000 euro. Le vendite hanno riguardato anche diversi oggetti della collezione Prato Fiorito, Clip e Cascata per ulteriori 41.000€. Tutti gioielli visti e scelti dai clienti nel corso della Fiera e che si sono tramutati in acquisiti nelle due settimane successive alla fiera. La Fiera della gioielleria e dell’orologeria di Doha (DJWE) è da 17 anni al centro del calendario degli eventi business del Qatar e di tutto il Medio Oriente. Il DJWE è un evento destinato alla vendita retail diretta a clienti privati e mantiene una reputazione di meeting di alto livello per appassionati di gioielli, brand internazionali e designer emergenti. Massimo Gismondi, nella foto, Ceo di Gismondi 1754, commenta: “Rientriamo da Doha con grande entusiasmo e consapevoli che quello del Middle East è un mercato ad alto potenziale e per noi strategico. Queste vendite testimoniano la ripresa del mercato mediorientale e il forte interesse riscontro per il nostro brand, da cui trarre ulteriore slancio nei prossimi mesi”.