Compagnia dei Caraibi, il cda approva l’assegnazione dei diritti ai sensi del piano di Performance Shares 2023

Share

Compagnia dei Caraibi S.p.A. (nella foto, il presidente e a. d. Edilberto Baracco) Società Benefit (ticker 1TIME) (“Compagnia dei Caraibi” o la “Società”), azienda leader nell’importazione, sviluppo, brand building e distribuzione di distillati, vini e soft drink di fascia da premium a ultra-premium e prestige di tutto il mondo, comunica che in data odierna il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di dare esecuzione ai piani di incentivazione basati su azioni denominati “Piano di Performance Shares 2023” (il “Piano Performance Shares 2023”) e “Piano di Performance Shares 2022-2023” (il “Piano Performance Shares 2022-2023”) come approvati dall’Assemblea degli Azionisti in data 29 aprile 2022, previa approvazione dei rispettivi regolamenti. In particolare, in relazione al Piano di Performance Shares 2023, il Consiglio di Amministrazione ha assegnato al Direttore Generale e Consigliere della Società, Fabio Torretta, un numero massimo pari a n. 289.565 diritti a ricevere azioni della Società. L’efficacia dei diritti assegnati al Direttore Generale sarà condizionata, oltre che alla piena e incondizionata accettazione della lettera di assegnazione, all’avvenuto raggiungimento degli obiettivi di performance relativamente all’esercizio che si chiuderà al 31 dicembre 2023 e alla decorrenza del periodo di maturazione, nonché al verificarsi delle ulteriori condizioni prevista dal Regolamento del Piano di Performance Shares 2023. Inoltre, in relazione al Piano di Performance Shares 2022-2023, il Consiglio di Amministrazione ha individuato per quanto riguarda il Primo Ciclo n. 56 beneficiari tra i dipendenti della Società a cui sono stati assegnati complessivamente un numero massimo pari a n. 27.271 diritti a ricevere azioni della Società. Si segnala che, con riferimento al primo ciclo, l’efficacia dei diritti assegnati sarà condizionata, oltre che alla piena e incondizionata accettazione della lettera di assegnazione, all’avvenuto raggiungimento degli obiettivi di performance relativamente all’esercizio che si chiuderà al 31 dicembre 2022 e alla decorrenza del periodo di maturazione, nonché al verificarsi delle ulteriori condizioni prevista dal Regolamento del Piano di Performance Shares 2022-2023.