Gruppo A2A, bonus in bolletta e fondi alla Croce Rossa italiana per l’emergenza Ucraina

Share

Lo scorso marzo il Gruppo A2A, nella foto l’a. d. Renato Mazzoncini, si è attivato per sostenere le persone colpite dall’emergenza ucraina: ad oggi è di oltre 530.000 euro l’importo messo a disposizione grazie alla partecipazione dei dipendenti del Gruppo e a una attenta politica di supporto alla popolazione colpita attraverso i loro connazionali che vivono in Italia. 

Con un bonus in bolletta sono stati destinati 260.000 euro a sostegno dei clienti ucraini di A2A residenti nel nostro Paese che ospitano connazionali in fuga dai territori del conflitto. Il contributo unitario a chi ha richiesto il supporto è stato di 435 euro una tantum. 

Inoltre, il Gruppo Acsm Agam ha devoluto a Cesvi, organizzazione umanitaria attualmente attiva in Ucraina, 1 euro per ogni scelta green compiuta dai propri clienti (es. attivazione bolletta online). 

Alle iniziative di solidarietà hanno contribuito, oltre ai dipendenti del Gruppo A2A, i colleghi dei Gruppi AEB e Acsm Agam che hanno donato il corrispettivo economico delle proprie ore di lavoro, raddoppiato dall’Azienda. 
Grazie a questa raccolta fondi sono stati devoluti circa 265.000 euro alla Croce Rossa Italiana, che sta lavorando in stretta collaborazione con la Croce Rossa Ucraina e con le Società Nazionali di Croce Rossa dei Paesi limitrofi. L’importo verrà impiegato per mettere a disposizione delle persone colpite dal conflitto assistenza, rifugio, sostegno alimentare, acqua potabile e cure mediche.