TIM e Ardian siglano l’accordo sulla partecipazione indiretta in INWIT

Share

TIM (nella foto, l’a. d. Alessandro Profumo) e Ardian, società di investimento privata leader a livello mondiale, hanno raggiunto un accordo per l’acquisizione da parte di un consorzio guidato da Ardian di una quota detenuta da TIM pari al 41% della holding Daphne 3 (“holding”), che attualmente detiene a sua volta una quota del 30,2% in Infrastrutture Wireless Italiane (“INWIT”).

Al perfezionamento dell’operazione, il consorzio guidato da Ardian deterrà una partecipazione del 90% del capitale di Daphne 3. L’accordo raggiunto si basa su una valorizzazione dell’azione INWIT pari a 10,75 euro (cum dividend), e corrisponde ad un incasso per TIM di circa 1,3 miliardi di euro, oltre al rimborso del prestito per circa 200 milioni di euro, concesso da TIM al momento dell’iniziale acquisizione del 2020.

Gli accordi sono stati strutturati in modo da non far sorgere alcun obbligo di offerta pubblica di acquisto (OPA).

A seguito del closing, Ardian deterrà il pieno ed esclusivo controllo di Daphne 3, mentre a TIM verranno riconosciuti taluni diritti di governance di minoranza, sia su Daphne 3 che su INWIT, in funzione di protezione dell’investimento effettuato, com’è prassi in operazioni di questa natura.  

Il completamento dell’operazione è soggetto all’avveramento di talune condizioni sospensive, tra le quali l’autorizzazione Antitrust, l’autorizzazione ai sensi della disciplina Golden Power e lo scioglimento del patto parasociale con Vodafone Europe e Central Tower Holding Company.