Saipem: nuovi contratti drilling offshore in Medio Oriente e Africa Occidentale per un totale di oltre 400 mln di dollari

Share

Saipem (nella foto, l’a. d. Francesco Caio) si è aggiudicata nuovi contratti nel drilling offshore in Medio Oriente e in Africa Occidentale per un totale di oltre 400 milioni di dollari.

Due contratti sono stati acquisiti in Medio Oriente e sono relativi a due unità di perforazione jack up ad alte prestazioni, consistenti in operazioni di perforazione e workover per una durata di cinque anni. L’inizio delle operazioni è previsto nel quarto trimestre 2022. Ciascun contratto include opzioni per due anni aggiuntivi. Questi progetti coinvolgeranno un’unità jack up della flotta Saipem e un nuovo jack up ad alte prestazioni noleggiato per il progetto da CIMC Group.

Con questi ulteriori riconoscimenti, Saipem consolida la propria presenza nel Medio Oriente ampliando la flotta jack up in quest’area strategica da tre a cinque unità, in un’ottica di crescita nel mercato delle perforazioni offshore.

Inoltre, un altro contratto è stato assegnato da Eni per una campagna di perforazione offshore in Africa Occidentale. L’inizio dei lavori è previsto in aprile 2022 in continuità con il precedente impegno. Il contratto sarà eseguito dalla Saipem 12000, una nave da perforazione per acque ultra-profonde di sesta generazione. La durata del contratto è di sei mesi più periodi facoltativi per ulteriori 10 mesi.

Con questi contratti comunicati oggi, dall’inizio del 2022 Saipem ha acquisito nel segmento drilling offshore commesse per oltre 750 milioni USD.