Emilia-Romagna, il 45 dei cittadini è ricorso ad un finanziamento

Share

 In Emilia-Romagna, nel 2021, la platea di consumatori che ricorrono al credito per sostenere i propri consumi e i progetti di spesa è cresciuta al 45,4% del totale dei cittadini maggiorenni (+5,4%) : è quanto emerge dalla Mappa del Credito, lo studio sull’utilizzo del credito da parte degli italiani realizzato da Mister Credit – l’area di CRIF che si occupa dello sviluppo di soluzioni e strumenti educational per i consumator.  Per quanto riguarda la distribuzione delle tipologie di contratti di credito, l’incidenza dei mutui all’interno del portafoglio delle famiglie è significativamente più alta rispetto alla media nazionale (20,8%), con un peso pari al 25,4% sul totale dei finanziamenti attivi, dato che colloca la regione al 3° posto della graduatoria nazionale, alle spalle di Valle D’Aosta (29,1%) e Friuli-Venezia Giulia (28,6%).I prestiti personali, invece, rappresentano il 27,6% del totale dei contratti, in linea con la media nazionale (28,4%), mentre i prestiti finalizzati all’acquisto di beni e servizi spiegano il restante 47,0%, un dato che colloca la regione al quartultimo posto davanti a Liguria (46,7%), Valle D’Aosta (44,9%) e Friuli-Venezia-Giulia (43,2%).
A livello provinciale, Piacenza guida la classifica regionale per quanto riguarda i mutui, con una quota del 27,9%, Reggio Emilia vanta il primato relativamente ai prestiti personali, con il 29,8% sul totale dei contratti di credito attivi, mentre Rimini si distingue per l’incidenza dei prestiti finalizzati, con il 50,4%. Dallo studio realizzato da MisterCredit-CRIF emerge anche che le regioni in cui i cittadini nel corso del 2021 hanno sostenuto la rata mensile più elevata sono state il Trentino-Alto Adige con 378 euro, la Lombardia con 360 euro e il Veneto con 354 euro. L’Emilia-Romagna si colloca al 4° posto, con una rata mensile pari a 338 euro, al di sopra della media nazionale (315 euro). Al riguardo va segnalato come in tutte queste regioni i redditi delle famiglie risultino tra le più elevate, garantendo una elevata sostenibilità degli oneri finanziari.
Entrando nel dettaglio provinciale spicca Bologna, con una rata media mensile pari a 366 euro. Seguono Modena e Rimini, rispettivamente con 350 euro e 346 euro.