Webuild: Presidente Sergio Mattarella inaugura a Roma la mostra “Superbarocco. Arte a Genova da Rubens a Magnasco” organizzata dalle Scuderie del Quirinale

Share

 Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inaugurato questa mattina la mostra “Superbarocco. Arte a Genova da Rubens a Magnasco”, grande omaggio al Barocco genovese, frutto del lavoro corale di Scuderie del Quirinale e National Gallery of Art di Washington, D.C., con la speciale collaborazione del Comune e dei musei di Genova e la partecipazione di Webuild. L’inaugurazione si è svolta presso le Scuderie del Quirinale, alla presenza, tra gli altri, del Ministro della Cultura Dario Franceschini, con interventi del Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, del Sindaco di Genova Marco Bucci, di Pietro Salini (nella foto con il sindaco Bucci) Amministratore Delegato di Webuild e dei curatori dell’esposizione Jonathan Bober, Piero Boccardo e Franco Boggero.

A margine della conferenza stampa inaugurale, Pietro Salini, Amministratore Delegato di Webuild, ha dichiarato: “Il Barocco è un momento storico in cui grandi geni dell’arte e dell’architettura, hanno avuto l’audacia di sperimentare ed innovare, creando capolavori di valore inestimabile e cambiando positivamente il volto e il destino delle città. Come Webuild, supportiamo il progetto “Superbarocco”, perché crediamo nell’attualità di questo messaggio positivo. La mostra che inauguriamo oggi a Roma, così come quella speculare di Genova, vuole ricordare la forza del genio creativo italiano, perché oggi con un salto di quattro secoli possa essere di ispirazione per tutti coloro che sono impegnati nell’attuazione degli obiettivi sfidanti del PNRR e nella creazione di una Italia più moderna e sostenibile, nonostante le difficoltà del momento. Con il progetto “Superbarocco”, Webuild vuole anche riconfermare la sua vicinanza al territorio ligure, dove sta realizzando il Progetto Unico Terzo Valico dei Giovi–Nodo di Genova, la linea ad alta capacità e alta velocità che collegherà Genova a Milano”.

La mostra di Roma sarà visitabile dal 26 marzo  al 3 luglio 2022. In più sale, distribuite su due piani, verrà proposto un percorso ricco di testimonianze, per documentare il periodo di maggior splendore artistico per la città di Genova. Una narrazione che permetterà di ammirare decine di opere d’arte provenienti da grandi musei del mondo e da esclusive collezioni private. Tra i capolavori esposti, solo per citarne alcuni, prestiti provenienti da importanti gallerie genovesi, come il “Giovan Carlo Doria” di Pieter Paul Rubens o “La cuoca” di Bernardo Strozzi o l’“Anton Giulio Brignole-Sale” di Antoon van Dyck, ma anche opere prestate dalla National Gallery of Art di Washington, D.C., come la “Elena Grimaldi Cavalleroni Cattaneo” di Antoon van Dyck, o dal The J. Paul Getty Museum di Los Angeles, come l’“Agostino Pallavicino in veste ambasciatore al pontefice”, sempre di Antoon van Dyck. Preziosi anche i contributi provenienti da collezioni private, come il “Sacrificio a Pan” di Giovanni Benedetto Castiglione, detto il Grechetto, o il “Matrimonio mistico di santa Caterina d’Alessandria” di Stefano Magnasco. 

Percorso altrettanto ricco sarà quello previsto a Genova, per la mostra gemella “Superbarocco. La Forma della Meraviglia. Capolavori a Genova tra il 1600 e il 1750”, per cui Webuild è main partner. L’esposizione sarà ospitata all’interno dell’Appartamento del Doge di Palazzo Ducale, sarà inaugurata domani 26 marzo e potrà essere visitata dal pubblico dal 27 marzo fino al 10 luglio 2022.

Per tutta la durata della mostra di Roma, le Scuderie del Quirinale ospiteranno anche uno spazio espositivo dedicato al nuovo Ponte Genova San Giorgio, l’opera infrastrutturale realizzata da Webuild simbolo di cambiamento e di efficienza nella costruzione di nuove infrastrutture.