Intesa Sanpaolo, nasce a Catania”Un laboratorio per scrivere il proprio futuro” per offrire opportunità formative ai giovani dei quartieri più svantaggiati

Share

Attiva su For Funding, la piattaforma di crowdfunding di Intesa Sanpaolo, la raccolta fondi a sostegno di “UN LABORATORIO PER SCRIVERE IL PROPRIO FUTURO”, progetto realizzato da Fondazione Piazza dei Mestieri “Marco Andreoni”, sostenuto da Intesa Sanpaolo e Fondazione Cesvi: l’obiettivo è raccogliere 100.000 euro entro fine giugno per contrastare l’abbandono scolastico e offrire l’opportunità concreta ai giovani dei quartieri periferici catanesi di costruire il proprio futuro al di fuori di un percorso di disagio sociale e devianza.

In particolare, è prevista la riqualificazione parziale, interna ed esterna, della struttura “Duca di Carcaci” che potrà così ospitare i corsi di formazione, un’aula polifunzionale e altri spazi didattici. Negli spazi riqualificati saranno allestiti i laboratori di cucina classica, sala e ristorante, bar e caffetteria. I ragazzi potranno così mettersi alla prova con servizi di accoglienza, catering, coffee break, accedendo a quella formazione esperienziale in situazioni reali e non simulate che è fondamentale in un percorso formativo professionale per acquisire competenze concrete e dimestichezza con la realtà del lavoro.

Il progetto vuole supportare i giovani dei quartieri svantaggiati catanesi di Monte PoNesimaSan LeoneRapisardi Librino. I laboratori formativi e le attività pratiche professionalizzanti ospiteranno ogni anno circa 500 tra ragazze e ragazzi (14-29 anni), spessosegnalati dai servizi sociali, parrocchie ed enti caritativi. A beneficiare dell’intervento saranno, oltre ai giovani in formazione, anche 1000 adulti over 35 residenti della zona, realizzando così un potente effetto di solidarietà intergenerazionale.

La riqualificazione degli spazi interni ed esterni della struttura “Duca di Carcaci” prevede inoltre che questi diventino fruibili dalla popolazione per momenti di incontro e convivialità. Nel dettaglio, i fondi raccolti serviranno per finanziare opere edili e impiantistiche interne di una parte del piano seminterrato e la riqualificazione esterna del complesso. Sarà inoltre finanziato l’allestimento dei laboratori di cucina classica, bar e sala ristorazione per i giovani studenti con il potenziamento dell’offerta formativa.

È Dario Odifreddi, Presidente della Piazza dei Mestieri, a fare il punto sugli obiettivi dell’iniziativa: «Il progetto ci permetterà di consolidare e sviluppare la Piazza dei Mestieri a Catania, completando quanto abbiamo iniziato da circa 10 anni offrendo ai giovani catanesi quanto sperimentato con successo a Torino. È un investimento sul futuro dei giovani, una scommessa sulle loro potenzialità e sul loro desiderio di costruirsi un avvenire».

«Grazie al progetto “Un laboratorio per scrivere il proprio futuro” intercettiamo le situazioni di fragilità del territorio catanese e interveniamo per offrire un’opportunità concreta a molti giovani  – spiega Giuseppe Nargi, Direttore Regionale Campania, Calabria e Sicilia di Intesa Sanpaolo –. Insieme ai nostri clienti, e anche a chi non lo è, possiamo agire contro l’abbandono scolastico e la povertà educativa, valorizzando talenti e attitudini dei ragazzi, organizzando specifiche attività per accompagnarli nel mondo del lavoro, aiutandoli a diventare adulti responsabili e indipendenti. Con il programma Formula, che supporta progetti dedicati a bambini, adolescenti, famiglie e anziani in situazioni di disagio, Intesa Sanpaolo conferma la propria vocazione di banca sensibile alle istanze sociali e alle specificità dei territori in cui opera. Anche a livello locale, esprimiamo il nostro ruolo di leader nelle iniziative di inclusione e sostenibilità».

Per sostenere con una donazione il progetto “Un laboratorio per scrivere il proprio futuro”, è attiva sul sito web di For Funding – Formula la pagina dedicata, con l’aggiornamento in tempo reale delle somme raccolte:

https://www.forfunding.intesasanpaolo.com/DonationPlatform-ISP/nav/progetto/laboratorio-futuro-catania