La cucina toscana torna protagonista dei mercati

Share

 Dalla pappa al pomodoro alla ribollita passando per i consigli ed i segreti dei cuochi contadini per valorizzare gli avanzi a tavola. La cucina povera della tradizione toscana è protagonista negli agriturismi e nei mercati di Campagna Amica in occasione della Giornata nazionale di prevenzione contro gli sprechi alimentari in programma tra venerdì 4 e sabato 5 febbraio. L’iniziativa è promossa da Coldiretti Toscana. Tanti gli appuntamenti rivolti al consumatore e ai clienti dei mercati tra cooking show live, assaggi ed informazione con i tutor di Campagna Amica.
Primo appuntamento domani con il webinair “Cibo giusto patrimonio sociale” per promuovere l’economia circolare ed antispreco in collaborazione con Caritas, Coop.Fi, Banco Alimentare, Granaio dei Medici.
Si prosegue sabato nei mercati e negli agriturismi dove sono concentrati i sapori, i profumi ed i colori della giornata. E più precisamente: ad Arezzo, al mercato coperto di via Mincio, 3 con il cooking show a cura di Ilaria Salvadori dell’agriturismo fattoria “Bistecca” con la ricetta della ribollita antispreco e un focus conoscitivo sullo spreco alimentare; Aulla, in Piazza Roma, con gli assaggi di pappa al pomodoro per tutti i clienti realizzata dai cuochi locali; a Lucca, nel comune di Barga, in Garfagnana, all’agriturismo “Al Benefizio” con la cuoca contadina Francesca Buonagurelli con una serie di degustazioni povere; Firenze, al mercato del Parco delle Cascine, con una particolare e curiosa esposizione di prodotti accompagnata dalla distribuzione del ricettario anti-spreco; Siena, al mercato di via Paolo Frajese, 11-13 con la preparazione di alcuni piatti che esaltano gli avanzi della nostra cucina con l’abile cuoco Fabrizio Rappuoli dell’Agriristoro “Le Crete” di Sciano; Grosseto, al mercato di via Roccastrada, 2 con distribuzione di materiale informativo con i consigli delle aziende.
Per l’appuntamento verrà diffuso l’esclusivo focus della Coldiretti su “Le nuove vite del pane”, cibo simbolico nella lotta allo spreco che è un sacrilegio buttare e per questo sono nate molteplici ricette per recuperarlo. Nel menu degli agriturismi di Terranostra sarà inserito per celebrare la giornata un piatto realizzato proprio con il pane raffermo.