Webuild definisce la roadmap per la transizione ecologica

Share

Webuild S.p.A. (nella foto, l’a. d. Pietro Salini) sta organizzando un roadshow con investitori qualificati, italiani e internazionali, con l’obiettivo di valutare le condizioni di mercato in relazione alla potenziale emissione di obbligazioni senior non garantite a tasso fisso legate a performance di sostenibilità (le “Obbligazioni”), con il supporto di  BofA Securities, Goldman Sachs International, IMI – Intesa Sanpaolo, Natixis e UniCredit, in qualità di Joint Lead Managers.

I proventi delle Obbligazioni saranno destinati per rifinanziare parte dell’indebitamento esistente e per scopi generali della Società. Ricorrendone le condizioni di mercato, l’operazione complessiva sarà eseguita nel corso del mese di gennaio 2022.

In considerazione della forte centralità delle tematiche ambientali, sociali e di sostenibilità nelle strategie della Società, le Obbligazioni rivestiranno la forma di “Sustainability-linked bond”, in linea con quanto previsto dal “Sustainability-Linked Financing Framework” approvato dal Consiglio di Amministrazione della Società nella seduta del 25 novembre 2021.

L’approvazione del Framework, il primo per la Società, consolida un percorso di crescita virtuosa improntata alla sostenibilità e rafforza ulteriormente l’impegno di Webuild sui temi ESG, integrando gli obiettivi di performance di sostenibilità anche nel proprio piano di finanziamento. 

Il Framework identifica, infatti, le linee guida che la Società si impegna a seguire nell’emissione di nuovi strumenti finanziari legati ad obiettivi di sostenibilità, definendo specifici target intermedi e di lunga durata in termini di “Carbon Intensity”, contribuendo all’avanzamento degli obiettivi di sviluppo sostenibile (“SDG”) fissati dalle Nazioni Unite – SDG 9 “Industry, Innovation and Infrastructure” e SDG 13 “Climate Action”.

Il Framework è stato sottoposto ad assessment da parte di Vigeo Eiris, organismo indipendente di valutazione dei temi ESG, che ha rilasciato una Second Party Opinion sulla base della rilevanza del Framework per il settore delle costruzioni, della sua coerenza con la strategia aziendale e del livello di ambizione del target, attestandone l’allineamento agli standard internazionali.

Il Sustainability Linked Financing Framework di Webuild e la Second Party Opinion di Vigeo Eiris sono consultabili sul sito della Società www.webuildgroup.com, all’interno della sezione “Debito e Rating/Finanza Sostenibile” . Cliccando qui potete leggere la presentazione del Sustainability Linked Bond

Si prevede che le Obbligazioni saranno riservate esclusivamente a investitori qualificati, con esclusione di collocamento negli Stati Uniti d’America ed altri paesi selezionati, e saranno destinate ad essere quotate presso il Global Exchange Market della Borsa di Dublino (Euronext Dublino). Le caratteristiche delle Obbligazioni, incluso il relativo tasso di interesse, come per prassi, saranno determinate alla data di pricing.Il nuovo impegno di Webuild consolida la sua strategia di sostenibilità e rappresenta un ulteriore passo avanti del piano di azione che ha definito con il Piano ESG 2021-2023. Varato ad aprile scorso, il Piano è incentrato su tre aree strategiche (Green, Safety & Inclusion, Innovation) e identifica obiettivi chiari per ridurre in particolare le emissioni di gas serra, anche accelerando gli investimenti in progetti innovativi ad alto potenziale in termini di sostenibilità.