The Human Safety Net e Con i Bambini uniscono le forze per sostenere le famiglie in condizione di vulnerabilità con figli tra 0 e 6 anni in Italia

Share

Le famiglie con bambini piccoli che vivono in contesti più vulnerabili beneficeranno del raddoppio dei centri a sostegno alla genitorialità in tutta Italia, grazie alla collaborazione fra The Human Safety Net e l’impresa sociale Con i Bambini. La nuova collaborazione tra The Human Safety Net, movimento globale di persone che aiutano persone creato dalla compagnia assicurativa internazionale Generali e attivo attraverso i centri Ora di Futuro / The Human Safety Net, e Con i Bambini, società senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione Con il Sud e nata nel 2016 per attuare i programmi del “Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile”, raddoppia da 16 a 31 il numero dei centri Ora di Futuro/ The Human Safety Net nel Paese. L’accordo si colloca nell’ambito delle iniziative in cofinanziamento promosse da Con i Bambini in collaborazione con altri enti co-finanziatori interessati a sperimentare interventi volti al contrasto della povertà educativa minorile e nell’ambito di ‘Scale Up Impact’, un’innovativa strategia pluriennale che mira ad amplificare l’impatto sociale di The Human Safety Net, incoraggiando il coinvolgimento di altre organizzazioni che condividono gli obiettivi e costruendo così una collaborazione intersettoriale tra pubblico, privato e sociale. Con un investimento complessivo di oltre 2 milioni di euro, The Human Safety Net e Con i Bambini stanno supportando il Centro per la Salute del Bambino con l’obiettivo di raggiungere altri 7.200 genitori e 6.000 bambini, espandendo il modello ‘Villaggio per Crescere’ in 15 località in tutta Italia. Il Presidente di Generali, Gabriele Galateri di Genola, nella foto, ha commentato: “Con The Human Safety Net stiamo affrontando sfide importanti e con ‘Scale Up Impact’ sosteniamo questi programmi con investimenti strategici pluriennali. Il nostro obiettivo è di mobilitare una rete più ampia per ottenere risultati ancora maggiori. Per questo motivo siamo lieti che 13 aziende, fondazioni e agenzie abbiano scelto di co-investire con noi in questa prima fase del programma, sostenendo i quattro progetti di ONG che abbiamo selezionato”. Galateri ha continuato: “Il nostro Programma Per le Famiglie sostiene i genitori che vivono in contesti vulnerabili fornendo centri e corsi di sostegno alla genitorialità. Oggi siamo soddisfatti di unire le forze con Impresa Sociale Con I Bambini per raddoppiare il numero dei centri Ora di Futuro / The Human Safety Net in tutta Italia. Siamo convinti che contribuirà a costruire basi più solide per i bambini del futuro”. La ONG partner di The Human Safety Net, Centro per la Salute del Bambino (CSB), guiderà la nuova collaborazione con l’impresa sociale Con i Bambini. Il programma coinvolgerà anche molti altri stakeholder, compresi i comuni, con l’ulteriore sostegno della Cooperativa Sociale Orsa e dell’Associazione Porta Aperta. Il Presidente di Con i Bambini, Marco Rossi-Doria ha sottolineato la portata e la significatività dell’iniziativa. “Siamo molto soddisfatti di questa ‘alleanza’ con The Human Safety Net e Generali, rivolta a migliorare il 2 presente e il futuro di tanti bambini e bambine e dei loro genitori, attraverso il rafforzamento dei servizi e un maggiore impatto delle comunità educanti nei territori coinvolti. Questa azione cofinanziata è parte di un vastissimo cantiere di lotta alla povertà educativa che riunisce oltre 7.100 organizzazioni tra terzo settore, scuole, istituzioni e privati raggiungendo mezzo milione di bambini e ragazzi, privilegiando una logica di sistema che pone al centro delle azioni i bambini”. Rossi-Doria ha proseguito: “La povertà educativa è un fenomeno complesso perché è multidimensionale, interessa le condizioni economiche, la salute, gli aspetti relazionali e in generale implica la mancanza di opportunità che, purtroppo, oggi coinvolge un terzo dei minori in Italia sia pure in modi differenziati. Per contrastarla in modo efficace è importante partire dall’infanzia, implementando le alleanze educative e il coinvolgimento di tutti gli attori interessati. L’alleanza con The Human Safety Net estende un cantiere educativo già esistente, facendo comune tesoro di buone pratiche”. La strategia globale Scale Up Impact di The Human Safety Net identifica progetti ad alto potenziale che hanno già un comprovato impatto sociale e fornisce loro supporto sia finanziario che non. Al centro c’è la collaborazione “a rete aperta” con altre organizzazioni, così da aumentare la capacità complessiva di sostenere famiglie e rifugiati in tutto il mondo. Lavorando insieme, le ONG partner di The Human Safety Net e i settori pubblico, privato e sociale possono replicare modelli di successo e trasformare di fatto la vita delle persone più vulnerabili. Il primo ciclo triennale di Scale Up Impact è stata lanciato nel 2020. In questo periodo, Human Safety Net sta investendo 7 milioni di euro per fornire ai suoi partner ONG un’ulteriore fonte di finanziamento che consenta di implementare i loro programmi su scala nazionale. Già nel primo anno, The Human Safety Net e i suoi partner ONG mirano ad aumentare il numero di centri di sostegno alla famiglia per genitori con bambini di età compresa tra 0 e 6 anni in altre 43 città in Argentina, Serbia e Italia. Inoltre, mirano ad aprire cinque nuovi incubatori per imprenditori rifugiati in Francia e Germania. Basandosi sul principio della rete aperta, Scale Up Impact ha collaborato con 13 aziende e associazioni, mobilitando un investimento totale di 4,5 milioni di euro. I primi quattro partner ONG a ricevere supporto sia finanziario che non finanziario per sviluppare i loro modelli di successo a livello nazionale sono Haciendo Camino (Argentina), Novak Djokovic Foundation (Serbia), Centro per la Salute del Bambino (Italia) e SINGA (Francia e Germania).