Emilia-Romagna, presentati i lavori dell’impianto di manutenzione dei treni regionali

Share

Un’estensione di 12 mila 300 metri quadrati, sei binari lunghi fino a 260 metri e dieci postazioni per la manutenzione, un binario per il lavaggio dei convogli con recupero delle acque, 432 pannelli fotovoltaici e 2400 lampade a led. Trenitalia Tper ha presentato i lavori di ampliamento upgrading tecnologico del proprio impianto di manutenzione dei treni regionali, realizzato con un investimento di 24,5 milioni di euro all’interno del deposito ferroviario di via del Lazzaretto a Bologna, dove lavorano circa 200 persone. A inaugurare i nuovi servizi sono stati Massimo Bugani Assessore ai Rapporti con il Consiglio Comunale di Bologna, Alessandro Tullio Amministratore Delegato Trenitalia Tper, i Soci dell’azienda rappresentati da Sabrina De Filippis, Direttore Direzione Business Regionale Trenitalia e Giuseppina Gualtieri, Presidente e Amministratore Delegato Tper e Paolo Ferrecchi Direttore generale Cura territorio e ambiente della Regione Emilia-Romagna. Presente Paolo Paolillo, Presidente Trenitalia Tper. La presentazione del nuovo impianto di manutenzione è stata anche l’occasione per fare il punto sui primi due anni di vita di Trenitalia Tper, (70% Trenitalia 30% Tper),  l’impresa ferroviaria nata l’1 gennaio 2020 che si è aggiudicata la gara europea, bandita dalla Regione Emilia-Romagna, per la gestione del trasporto ferroviario regionale fino al 2034. “Investire per offrire il servizio migliore ai nostri clienti, attraverso soluzioni innovative e sostenibili – ha commentato Alessandro Tullio, amministratore delegato di Trenitalia Tper. È questa la strada intrapresa da Trenitalia Tper, che nei suoi primi due anni di vita ha lavorato molto anche per trasformare due realtà distinte – quali erano la direzione regionale Emilia Romagna di Trenitalia e TPER – in una nuova azienda coesa, forte della storia delle due società di provenienza ma con l’entusiasmo di una start up. Un cambio di mentalità che è passato attraverso il coinvolgimento di tutti i dipendenti, chiamati anche a progettare insieme il nuovo logo della società che sarà lanciato prossimamente. Ora vogliamo rafforzare la nostra presenza sul territorio – ha concluso Tullio – contribuendo a valorizzarne i punti di forza e a svilupparne le tante potenzialità.