Saipem e Novozymes insieme per una cattura della CO2 più sostenibile

Share

Saipem (nella foto l’a. d. Francesco Caio) e Novozymes, leader mondiale nelle biotecnologie, hanno firmato un accordo di collaborazione per lo sviluppo di soluzioni innovative per la cattura enzimatica della CO2.

Nell’ambito dell’accordo, Saipem, che è proprietaria di una tecnologia di cattura della CO2 basata su enzimi in grado anche di contenere i costi, si occuperà della progettazione di processo, di quella meccanica e delle apparecchiature, mentre Novozymes fornirà gli enzimi ed ottimizzerà ulteriormente il processo attraverso l’innovazione degli enzimi stessi.

La cattura enzimatica del carbonio è più sostenibile in termini ambientali ed efficiente per quanto riguarda i costi rispetto ai processi tradizionali di cattura della CO2. Si basa, infatti, sull’utilizzo di enzimi che richiedono l’introduzione di calore a temperatura inferiore e un significativo minor utilizzo di sostanze chimiche, di energia e, di conseguenza, riduce la produzione di rifiuti nocivi. Inoltre, il processo enzimatico risulta più affidabile, in quanto i carbonati e gli enzimi, essendo materiali a bassa corrosione, minimizzano il deterioramento delle apparecchiature. 

Saipem e Novozymes esprimono soddisfazione per l’accordo sottoscritto che costituisce un passo importante verso la realizzazione di soluzioni innovative per la riduzione delle emissioni di gas serra. Infatti, grazie alla competenza di Saipem nel settore delle tecnologie di cattura e stoccaggio della CO2 e alle soluzioni per enzimi all’avanguardia di Novozymes, le aziende possono rendere il processo di cattura del carbonio enzimatico fortemente competitivo sul mercato dei tradizionali processi amminici.