Pintaudi viene acquisita dal Polo del Gusto (Illy)

Share

Pintaudi, piccolo laboratorio specializzato nella produzione di prodotti da forno da prima colazione, entra a far parte della grande famiglia dei marchi d’eccellenza, grazie all’accordo stipulato con il Polo del Gusto.

Riccardo Illy, presidente del Polo del Gusto sostiene con vitale gioia “L’arrivo di Pintaudi nella famiglia del Polo del Gusto ci riempi di soddisfazione e di aspettative per il grande potenziale di sinergie che vediamo in questa operazione. Sinergie, innanzi tutto, da un punto di vista gestionale, uno dei principali mandati del Polo del Gusto, grazie al quale una società piccola e giovane potrà beneficiare del supporto del Gruppo sul piano organizzativo e nonché delle capacità distributive di una azienda come Domori. Sinergie, poi, da un punto di vista della creatività del Gusto e delle relazioni tra i prodotti; i biscotti si sposano perfettamente con tutte le altre eccellenze del Polo, dal tè al cioccolato, dalle confetture al vino”.

Pintaudi, azienda nata a Trieste nel 2004, nel giro di qualche anno allarga la produzione e si specializza nella regalistica: nasce così la linea Le Frolle, idealizzata come confezione di dolci per le festività. Lo sviluppo e l’espansione della produzione portano l’impresa a concentrarsi sulla prima colazione con I Biscottoni e nel 2018 sulle Fette Biscottate.
L’operato dell’impresa è reduce di gratificanti riconoscimenti, tra i quali il Great Taste Award per due anni consecutivi, 2020 e 2021, per le fette biscottate integrali e per i biscottoni di nocciola e cacao fine.

Andrea Macchione dichiara “Pintaudi rappresenta un primo passo per entrare nel mercato dei biscotti” in considerazione del fatto che “ Con un fatturato di quasi un milione di euro nel 2019, rappresenta al meglio la filosofia del Polo del Gusto: piccole aziende, di grande potenziale creativo e di qualità, che vengono accompagnate in una nuova fase di sviluppo, nel pieno rispetto della sua specialità. Giuseppe Pintaudi resta in azienda come socio di minoranza e continuerà a esserne la mente creativa e il custode dei segreti della qualità dei suoi impasti”.