Al via il progetto educativo GOALS. L’iniziativa resa possibile da Intesa Sanpaolo, attraverso il progetto Formula, in collaborazione con Fondazione Cesvi

Share

Taglio del nastro, ieri mattina presso i locali ristrutturati del “Centro Sociale Campiglione”, dove prendono ufficialmente il via le attività del progetto GOALS Plus: il progetto educativo di comunità ideato dalla Cooperativa sociale Il Faro, reso possibile grazie al sostegno di Intesa Sanpaolo (nella foto, l’a. d. Carlo Messina) attraverso l’Iniziativa Formula in collaborazione con Fondazione Cesvi.

GOALS (Giovani, Orientamento, Accompagnamento Lavoro, Scuola) Plus è un progetto che si pone l’obiettivo di contrastare il fenomeno dell’abbandono scolastico dei giovani marchigiani, affinché possano diventare adulti pro-attivi e responsabili. L’iniziativa si propone di accompagnare i ragazzi stimolandoli a sviluppare attitudini personali, talenti e competenze, ed è rivolta sia agli studenti (11-18 anni) sia ai giovani in cerca di lavoro.

“Si tratta di contribuire alla diminuzione del disagio giovanile, dei fenomeni dispersivi e degenerativi dei ragazzi dagli 11 ai 29 anni – ha spiegato Marcello Naldini, della Cooperativa Sociale il Faro -Intendiamo favorire la crescita e la formazione professionale dei giovani per renderli più occupabili, valorizzandone i talenti e stimolando un atteggiamento proattivo. Inoltre, attraverso alcune azioni intergenerazionali, che vedranno il coinvolgimento degli artigiani neo pensionati, saranno trasferite ai ragazzi competenze spendibili in futuro nel mondo del lavoro. Scopo ultimo del progetto è accompagnare i ragazzi affinché ritrovino nella scuola e nella formazione professionale dei punti di partenza fondamentali per diventare adulti responsabili e con una carriera lavorativa appagante.”

“Al centro dell’impegno del nostro Gruppo c’è la volontà di costituire un motore per lo sviluppo sostenibile e inclusivo del nostro Paese, attraverso un modello che garantisca opportunità di crescita e di occupazione, anche e soprattutto per i giovani. Siamo orgogliosi di aver reso possibile questo progetto che si snoda tra Fermo, Macerata e Civitanova Marche e si pone in maniera importante nel contrasto dell’abbandono scolastico e nell’accompagnare i giovani ad entrare nel mondo del lavoro valorizzando talenti e attitudini – ha sottolineato Vincenzo De Marino, Direttore Commerciale Retail Emilia-Romagna e Marche di Intesa Sanpaolo -. Il progetto Formula, in collaborazione con Fondazione Cesvi e tante realtà locali, rende possibile un’attenzione particolare alle specificità dei vari territori, come testimonia l’inaugurazione odierna a Campiglione di Fermo”.


Il progetto GOALS Plus, oltre il territorio fermano, coinvolgerà anche il Centro di aggregazione “Kalimera” di Civitanova Marche, il Centro “Orizzonte” e l’Oratorio parrocchiale Immacolata di Macerata.

Per raggiungere gli obiettivi del progetto è prevista una collaborazione territoriale tra scuole, enti non profit, istituzioni e imprese, nonché il coinvolgimento di neopensionati che con il loro sapere e la loro esperienza possono essere mentori ed educatori, tramandando competenze e mestieri.

All’evento di inaugurazione del nuovo centro sociale a Campiglione, si è fatto il punto sulle politiche giovanili e sull’impatto del nuovo progetto per i ragazzi del territorio fermano. Al confronto hanno partecipato: Il Presidente e Legale Rappresentante della cooperativa Sociale “Il Faro” Lorenzo Staffolani, il Presidente del Centro Sociale Cristiano Paradisi, l’Assessore alle politiche sociali e giovanili Mirco Giampieri e il dirigente dei Servizi Sociali Giovanni Della Casa del Comune di Fermo, il coordinatore d’Ambito Territoriale Sociale XIX Alessandro Ranieri, il Segretario generale di Confartigianato Mc-Fm-Ap Giorgio Menichelli, Don Luigi Traini della parrocchia San Gabriele di Campiglione oltre all’Arcivescovo Mons. Rocco Pennacchio in rappresentanza della Arcidiocesi Fermana.


Nelle Marche l’8,7% di giovani tra i 18 e i 24 anni abbandona precocemente gli studi, percentuale che sale sopra l’11% se si considerano solo i maschi. Dalle statistiche risultano anche percentuali più alte di abbandono, relative a studentesse e studenti di cittadinanza non italiana che non sono nati in Italia e fra coloro che partono da condizioni economiche e sociali meno vantaggiose.


Una FORMULA, tanti progetti
Formula è il progetto lanciato ad aprile 2021 da Intesa Sanpaolo, accessibile dalla piattaforma di raccolta fondi For Funding, per promuovere iniziative in tutto il territorio italiano dedicate a sostenibilità ambientale, inclusione sociale e accesso al mercato del lavoro per le persone in difficoltà.

Intesa Sanpaolo destina al progetto un euro per molti dei prodotti acquistati dai clienti in modalità online, con il duplice obiettivo di incrementare la raccolta fondi e l’alfabetizzazione digitale della clientela. Le diverse società del gruppo potranno diventare a loro volta contributori.Il crowdfunding è poi aperto a tutti i clienti della banca, che possono donare online e tramite sportello ATM, nonché a contributori non clienti.

La selezione dei progetti territoriali attivi nella sezione Formula di For Funding vede il coinvolgimento delle Direzioni regionali della banca, coadiuvate dalla Fondazione Cesvi, un’organizzazione umanitaria indipendente di alto profilo. Cesvi supporta Intesa Sanpaolo nell’individuare le migliori progettualità e monitorarne in modo sicuro e trasparente i risultati e l’impatto generato.

Nel 2020 le donazioni hanno toccato la cifra record di 10 milioni di euro, collocando For Funding al primo posto nel nostro Paese tra le piattaforme “donation and reward”.