Publicis Groupe in testa nella gara per il media di Ferrero

Share

In Italia billing da 150 milioni di euro

Publicis Groupe è in pole position nella gara iniziata da Ferrero per la gestione del suo media pubblicitario in Italia. Ferrero conferma Publicis Groupe in diversi mercati, tra cui Cina, Belgio e Gran Bretagna, e gli affida nuovi incarichi in paesi come Olanda e Israele. 

Quindi, in Italia Publicis Groupe subentrerà a inizio 2022 a Mindshare, il centro media di GroupM che segue il cliente da circa due anni, con un contratto di durata triennale. In passato, la multinazionale italiana lavorava nel bel paese proprio con Publicis Groupe e in particolare con l’agenzia Blue 449.

Alla gara globale (la quale ha coinvolto circa 100 mercati e il cui termine sarà a fine 2021) hanno preso parte, oltre a Publicis Groupe e GroupM con Mindshare, anche Dentsu e OMG.

GroupM si occupa di Ferrero in svariati mercati internazionali, mentre Dentsu ha Ferrero come cliente in Germania, Danimarca, Norvegia, Svezia, Finlandia e Islanda.

Nel mercato italiano il colosso dolciario è stato top spender pubblicitario nel 2019 con un investimento di quasi 130 milioni di euro. Secondo le stime di COMvergence, la spesa pubblicitaria dell’azienda dovrebbe aggirarsi attorno ai 150 milioni di euro. Nel 2020 invece Ferrero ha investito per la pubblicità meno di 95 milioni di euro, bisogna considerare però l’anno di emergenza covid e le sue conseguenze sul mercato dell’advertising.Area degli allegati