Dazn: dopo ennesimo disservizio Consumerismo presenta esposto ad Agcom e chiama a raccolta i tifosi

Share

Sugli ennesimi disservizi che hanno investito ieri la piattaforma Dazn dovrà intervenire l’Autorità per le comunicazioni. Consumerismo No profit ha infatti deciso di presentare un esposto all’Agcom affinché apra una istruttoria sui troppi problemi tecnici che da tempo stanno interessando Dazn, valutando di intervenire anche sui diritti tv per la trasmissione delle partite di calcio. L’associazione chiama inoltre a raccolta i tifosi danneggiati, invitandoli a segnalare la propria posizione alla pagina https://associazione.consumerismo.it/contattaci/ allo scopo di tutelare i propri diritti.

“Ancora una volta gli abbonati Dazn non hanno potuto godere dei servizi acquistati a causa di problemi tecnici che hanno impedito ieri la visione delle partite Sampdoria-Napoli e Lazio-Torino – spiega il presidente Luigi Gabriele – Una situazione che si sta ripetendo con eccessiva frequenza e che arreca un evidente danno ai tifosi non solo sul piano materiale. Per questo riteniamo che l’indennizzo promesso da Dazn ai propri clienti non sia sufficiente, e la società debba risarcire gli abbonati coinvolti nel disservizio di ieri per il danno morale derivante dall’impossibilità di assistere a quasi tutto il primo tempo delle partite”.

“Chiediamo inoltre all’Agcom di valutare la sussistenza dei requisiti tecnici da parte di Dazn per la gestione dei diritti tv relativi al campionato di calcio e, in caso la società non possa garantire la piena fruibilità dei servizi agli abbonati, valutare la revoca dei medesimi diritti” – prosegue Gabriele.

Se la situazione non sarà risolta in modo definitivo, a fronte di ulteriori disservizi da parte di Dazn Consumerismo No profit è pronta ad avviare una campagna di disdette di massa degli abbonamenti da parte dei tifosi di tutta Italia, allo scopo di tutelare gli interessi degli abbonati che hanno pagato un servizio di cui non possono pienamente godere.