Desigual riduce la settimana lavorativa

Share

Desigual deciso di ridurre la settimana lavorativa a 4 giorni, in cambio di un taglio di stipendio meno che proporzionale. I lavoratori dovranno scegliere se introdurre il nuovo regime ridotto, che risponde all’esigenza di perseguire un maggiore work life balance, promuovendo nuovi modelli di equilibrio tra lavoro e vita privata.

Desigual è la prima azienda di moda spagnola a scegliere, per il team della sede centrale di Barcellona (eccezion fatta per i dipartimenti di sales & operations), l’opportunità di lavorare dal lunedì al giovedì, con la possibilità di usufruire dello smart working in una di queste giornate.

Il fondatore Thomas Meyer ha annunciato l’iniziativa, ricordando il celebre claim della maison iberica: “Life is awesome”.

Alberto Ojinaga, Ceo di Desigul ha affermato:  “Gli ultimi mesi ci hanno dimostrato che possiamo organizzare il nostro lavoro e i nostri team in modo diverso pur rimanendo efficienti e dando priorità a ciò che è veramente importante. Credo che questa settimana lavorativa di 4 giorni (3+1) sia una sfida che ci renderà più appetibili come organizzazione, ci permetterà di attrarre i migliori talenti e dimostrerà che siamo un’azienda diversa, dirompente, giovane e ottimista, che si trasforma costantemente e non ha paura di proporre nuove idee”.

L’obiettivo della proposta della ‘nuova’ settimana lavorativa, strutturata in tre giorni in ufficio e uno a distanza, è di aumentare la soddisfazione e il benessere dei dipendenti e la sua attuazione richiederà almeno il 66% dei voti a favore, implicando delle modifiche ai termini contrattuali dei dipendenti che ne beneficeranno. Se approvata, un totale di 502 persone avranno la loro settimana lavorativa ridotta di 5 ore, passando dalle attuali 39,5 ore a 34,5 ore settimanali.

Questo sistema prevede una riduzione del salario associata a quella delle ore lavorative pari al 13 per cento. Tuttavia, l’azienda proporrà ai suoi dipendenti che l’onere di questa riduzione sia condiviso al 50%, portando la contrazione del salario a carico del lavoratore al 6,5 per cento.

La data del voto è fissata al 7 ottobre.

Coral Alcaraz, direttore dell’area People di Desigual, ha dichiarato: “Siamo consapevoli che si tratta di una proposta molto audace, che può creare qualche incertezza. Per noi è essenziale che la misura riceva l’appoggio della maggioranza e che l’impegno di Desigual per l’innovazione, l’equilibrio tra lavoro e vita privata e la flessibilità sia apprezzato. Vogliamo costruire un ambiente in cui il benessere e la salute, insieme al godimento di ciò che facciamo, ci permettano di aumentare la motivazione dei nostri dipendenti e ci rendono attraenti per le nuove generazioni”.