Borsa: Generali ancora debole, per Intermonte pesano pressioni su governance

Share

Il broker: titolo potrebbe soffrire nei prossimi mesi

Le  pressioni di alcuni azionisti sulla governance potrebbero  limitare la performance del titolo Generali nonostante i suoi  multipli non elevati e la visibilita’ sul dividendo. E’  quanto affermano gli analisti di Intermonte in un report  diffuso a valle della semestrale, in cui riducono la  raccomandazione sul titolo da outperform a neutral (target  price 19,2 euro). Dopo il calo di ieri, oggi il titolo del  Leone prosegue a perdere terreno e cede lo 0,7% a 16,5 euro.

‘Generali ha performato bene da inizio anno e ha iniziato a  soffrire da quando il rinnovo del cda si e’ scaldato. –  spiega Intermonte – Riteniamo che l’attuale Ceo Donnet abbia  conseguito buone prestazioni operative e negli ultimi 12 mesi  il titolo abbia recuperato parte della sottoperformance  rispetto ai concorrenti europei’.

‘Riteniamo che alcuni azionisti stiano spingendo per  accelerare la crescita esterna e potrebbero voler cambiare il  top management. In questo contesto riteniamo improbabile una  sovraperformance del titolo nonostante i multipli di settore  poco impegnativi e la visibilita’ sul dividend yield a  partire dalla distribuzione di 0,45 euro per azione nel  quarto trimestre’, aggiunge Intermonte, che rimarca: ‘La  governance resta un tema aperto e puo’ limitare la  performance del titolo. La conferma di Donnet non e’ certa,  ci sara’ molta attenzione su cio’ nei prossimi mesi,  distraendoci dalla performance operativa’.